DichiarazioniFormula 1

Szafnauer: “Galleria del vento pronta per metà 2023”

Continua il progetto Aston Martin per la creazione di un proprio wind tunnel utile a sviluppare l’aerodinamica delle future monoposto

Nonostante si parli da un po’ di un possibile ban della galleria del vento, Aston Martin sembra ancora volerci puntare

Il tempo speso nella galleria del vento da parte di ogni team è una risorsa preziosa per studiare l’aerodinamica delle proprie monoposto. E con la nuova regola che prevede una limitazione al tempo di utilizzo concesso ad ogni scuderia, in base alla loro posizione nel Campionato Costruttori della stagione precedente, (più alta è la posizione, minore è il tempo a disposizione in galleria) avere un proprio wind tunnel è diventato ancora più importante.

L’Aston Martin ha quindi già espresso precedentemente la volontà di voler costruire una propria galleria del vento, nonostante non possa essere esclusa l’ipotesi che prevederebbe una sua eliminazione entro il 2030. Ben otto team del Circus, infatti, sembrerebbero favorevoli all’abbandono dell’uso della galleria del vento per lo sviluppo delle monoposto. Eventualità che non spaventa Otmar Szafnauer, che ha ultimamente dichiarato a GPFans: “Stiamo mettendo in atto piani per costruire un tunnel“.

“NE VARREBBE LA PENA” 

L’aerodinamica è ancora un grande elemento di differenziazione nel nostro sport e avere il proprio tunnel è vantaggioso. O meglio, non avere il proprio può essere svantaggioso. Quindi in questo momento stiamo seriamente considerando la costruzione di un tunnel e probabilmente lo inizieremo presto.” ha infatti rivelato.

Alla domanda sulla probabile eliminazione delle gallerie del vento per il 2030, il team principal ha così risposto: “Riguardo il 2030, se riusciamo a completare il tunnel entro un paio di anni, abbiamo comunque un po’ di tempo per usarlo. Siamo nel 2021, quindi diciamo che entro metà del 2023 abbiamo il nostro nuovo tunnel attivo e funzionante. Sei anni e mezzo per usarlo. Ne varrebbe la pena“.

Alessia Verde

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.