Formula 1Regolamento

Sprint Qualifying 2022, dove disputarle?

In Arabia Saudita sembra si sia già parlato di dove far correre le gare al sabato della prossima stagione. Bahrain, Imola e Zandvoort sono solo alcune delle sei località proposte dalla Formula 1

Bahrain, Imola, Montreal, Red Bull Ring, Zandvoort e Interlagos. Queste potrebbero essere le tappe in vista del 2022 in cui potremmo assistere alla Sprint Qualifying

Nel meeting tenutosi oggi a Jeddah fra le squadre e la Formula 1 si è parlato anche di Sprint Qualifying. Nello specifico, si è discusso in quali tappe all’interno del calendario del 2022 far disputare le Sprint. E secondo Autosport.com sarebbero già emerse sei proposte; nulla è stato deciso, al momento sono solo delle idee che devono ancora ricevere un’approvazione.

Le località sarebbero state suggerite dal Circus. I nomi fatti? Sakhir, Imola, Montreal, Red Bull Ring, Zandvoort e Interlagos. Guardando dove sono state corse le tre gare al sabato durante questa annata, solo il Brasile farebbe il suo ritorno. Mentre per gli altri si tratterebbe di una prima volta in assoluto.

Torneremmo ad avere una Sprint già nel Gran Premio d’esordio della prossima stagione, per poi venire disposte in modo abbastanza omogeneo nell’arco delle gare previste (ad aprile, a giugno, a luglio, a settembre ed infine a novembre). La risposta delle scuderie sembra essere stata positiva; d’altronde il punto chiave per loro è quello economico.

QUESTIONI DA DISCUTERE

Nel 2021 i team hanno ricevuto un bonus d’indennità nell’eventualità d’incidenti. Ma in vista del 2022 si va verso una cifra fissa, e in tal senso ancora non si è trovato un accordo. Alcuni preferirebbero che il denaro extra possa essere considerato “spendibile”, permettendogli di aumentare il badget cap. Per altri il semplice risarcimento sarebbe una soluzione più che soddisfacente, fermo restando che il tetto di spesa rimanga tale.

Il concetto chiave è comunque riassumibile così: Non possiamo accettare di perdere del denaro per prendere parte alle Sprint Qualifying”. Al superamento di questo ostacolo, però ci sarebbero altre modifiche da apportare al format. Come l’assegnazione di punti ai primi dieci e il considerare pole position il giro più veloce realizzato durante la sessione di qualifica del venerdì. E si esamina pure la possibilità che la Sprint non influenzi la griglia della gara della domenica.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.