Formula 1

Secondo Horner la Red Bull sarà vicina alla Mercedes

Il team principal inglese non ha dubbi e sostiene che l’anno prossimo la sua squadra sarà in grado di dar filo da torcere ai rivali

A Milton Keynes sono tutti fiduciosi che quest’anno finalmente anche loro saranno in grado di lottare alla pari con le Mercedes

Christian Horner ritiene che la Red Bull sarà finalmente in grado di sfidare la Mercedes nel mondiale di Formula 1 di quest’anno. La prima stagione del nuovo decennio sarà l’ultimo anno delle attuali norme e regolamenti prima della rivoluzione del 2021. Con la nuova RB16 a Milton Keyenes sono fiduciosi di riuscire ad essere al passo delle Frecce d’Argento.

L’anno scorso dopo il passaggio ai motori Honda, la Red Bull ha conquistato subito un podio in Australia evidenziando subito i miglioramenti del motorista giapponese. Nel 2020 il team inglese si presenterà con una giovane line-up composta da Max Verstappen e Alexander Albon. Parlando a un recente evento mediatico, il team principale Christian Horner ha affermato che “la stabilità dei regolamenti” renderà la vita più facile per il gruppo Milton Keyes.

“È ovvio che la RB16 è un aggiornamento e un’evoluzione della RB15″, ha affermato Chris Horner. “Ci siamo concentrati sulla risoluzione di alcuni punti deboli e sullo sviluppo dei punti di forza”. La stagione si è conclusa con tre vittorie e sei podi, che hanno permesso a Max Verstappen di conquistare il terzo posto in classifica dietro a i due piloti Mercedes e davanti ai due Ferrari, favorite addiritture per la conquista del titolo.

Verso il 2020 non ci saranno cambiamenti sul fronte piloti o cambiamenti tecnici importanti poiché Honda rimane il motorista. Come tale, Horner ha grandi speranze per la stagione. “Penso che con quella continuità, il team è davvero impaziente di entrare in punta di piedi, in particolare con Mercedes, e di affrontare quella sfida”, ha detto. “Perché è in quei giorni che il lavoro di squadra conta davvero; sia che si tratti di pit stop da record mondiale, si che si stia scegliendo la strategia giusta”.

“Penso che il fattore decisivo per noi, per consentirci di affrontare una sfida, sia anche la power unit. La Honda ha fatto un ottimo lavoro nell’introduzione di ogni un motore l’anno scorso. Hanno portato più prestazioni, più potenza e sembra che ci stiamo avvicinando molto, molto ora alla Mercedes. E a parità di motore è il telaio che fa la differenza”.

“Sappiamo di avere i piloti adatti per le nostre ambizioni. Quindi ci sentiamo meglio preparati rispetto agli ultimi anni”. Horner è ben consapevole delle sfide che la squadra dovrà affrontare nella nuova stagione. “Cercheremo di far tesoro di tutte le lezioni che abbiamo appreso nel corso dello scorso anno per lottare con Mercedes e Ferrari”, ha aggiunto. “Ma non dimentichiamoci che sono i campioni del mondo in carica, quindi arriveranno nella stagione proprio come i favoriti. Ma penso che, con stabilità in tutte le aree, tra i piloti e lo staff tecnico, abbiamo dato slancio nella seconda metà dello scorso anno. Penso che siamo in un ottimo posizione per combattere contro di loro in questa stagione”. Ha concluso il team principal inglese.

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button