DichiarazioniFormula 1

Schumacher avrebbe potuto correre con l’AlphaTauri nel 2023

Il team principal dell’AlphaTauri ha rivelato di essere stato interessato a Mick Schumacher per sostituire nel 2023 Pierre Gasly

Il team principal dell’AlphaTauri, Franz Tost, ha rivelato di aver preso in considerazione l’ingaggio di Mick Schumacher per la stagione di F1 2023

Mick Schumacher appiedato dalla Haas è stato costretto a reinventarsi terzo pilota firmando con la Mercedes, per rimanere in ottica Formula 1 tuttavia, ha rischiato di schierarsi come pilota titolare in griglia di partenza al fianco di Yuki Tsunoda in AlphaTauri.

A seguito della pausa estiva, il team di Faenza sapeva che avrebbe avuto bisogno di un secondo pilota a causa della partenza di Pierre Gasly in Alpine. Dopo aver valutato diverse opzioni, tra cui quella del tedesco della Haas è stato scelto Nyck de Vries, nonostante al team principal Franz Tost piacesse il profilo di Mick.

LA MOTIVAZIONE

La firma di Mick Schumacher sul contratto per l’AlphaTauri difatti non è avvenuta per “ragioni politiche”, ma nonostante ciò Franz Tost è fiducioso che il tedesco possa imparare molto nella sua nuova avventura come pilota di riserva con le Frecce d’Argento: “Per me personalmente, il suo futuro era già argomento di conversazione. Mi sarebbe piaciuto averlo in macchina, ma non abbiamo mai raggiunto un accordo. È un pilota che stimo molto e ora è alla Mercedes, una delle migliori squadre di Formula 1, dove può imparare molto come pilota di riserva”.

IL TALENTO NON MANCA

Il numero uno del muretto dell’AlphaTauri, è convinto che il tedesco figlio d’arte abbia il talento e la capacità per andare lontano nella massima serie automobilistica. Essere esclusi dalla griglia non è mai l’ideale ovviamente, ma essendo terzo pilota Mercedes può comunque acquisire molta esperienza: “Sono convinto che Mick abbia il talento e quello che serve per avere una carriera di successo in Formula 1. Ora spero che possa avere una buona opportunità come riserva con la Mercedes per acquisire più fiducia e conoscenza tecnica in modo da poterlo vedere di nuovo in griglia”, ha terminato in un’intervista ai tedeschi di RTL.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio