DichiarazioniFormula 1

Sainz: “Voglio fare grandi cose con Ferrari”

Il pilota spagnolo è entusiasta di guidare per il Cavallino Rampante dal 2021 ma, nel frattempo, darà il massimo per la McLaren, sua attuale scuderia

Dalla prossima stagione, Sainz sarà un pilota Ferrari al fianco del monegasco Charles Leclerc e ha già promesso che darà il meglio di sé per portare la scuderia di Maranello ai vertici

Ha firmato con la scuderia italiana solo pochi giorni fa, ma Sainz ha già lo spirito ferrarista. E’ giovane, talentuoso, ha dimostraro il suo potenziale e sembra pronto a ripagare la fiducia che il suo nuovo Team ha riposto in lui. Il 2020 sarà la sua ultima stagione sul sedile della McLaren, ma Carlos non ha intenzione di andarsene senza aver prima ripagato la squadra che lo ha fatto crescere: “Vedranno in me un grande lavoratore che andrà in Italia e passerà molto tempo a Maranello, nello stesso modo in cui ha trascorso molto tempo in McLaren. Proverò a costruire qualcosa di speciale con la Ferrari, proprio come ho tentato di fare con McLaren” – ha dichiarato Carlos in un’intervista per il sito ufficiale della Formula 1 – “A parte questo, spero di essere un pilota molto veloce e un ragazzo incredibilmente motivato che darà il massimo per la scuderia“.

Ma prima di trasferirsi a Maranello, Sainz vuole rendere omaggio alla McLaren, suo attuale Team, alla quale è molto affezionato, tanto da sperare di vederla trionfante nel prossimo futuro: “Voglio davvero dire addio a McLaren nel miglior modo possibile. Quindi, farò del mio meglio quest’anno, proprio come ho fatto del mio meglio l’anno scorso“.
L’anno prossimo, quando mi unirò alla Ferrari, nulla mi renderebbe più felice di vedere la McLaren in cima al podio, come fan della Formula 1 e della stessa McLaren” – ha aggiunto.

FONDAMENTALE IL SUPPORTO DEL TEAM

Come riporta soymotor.com, Sainz ha anche parlato dell’importanza del sostegno di McLaren nelle trattative con il Team di Maranello. Una volta che la Ferrari lo ha contattato, è stato lo stesso Zak Brown, amministratore delegato, a dargli il via libera: “Nel momento in cui ho sentito che la Ferrari era interessata ad assumermi per il 2021, sono andata direttamente da Zak, e la sua risposta è stata: ‘Va bene, ti lasciamo parlare con la Ferrari e ci terremo in contatto per vedere come si evolve il tutto‘ “.

La chiave di questo processo è stata la chiarezza di tutte le parti coinvolte affinché ciò accadesse. Questo mi rende molto orgoglioso, e il modo in cui tutto è stato gestito mi rende molto felice e molto grato nei confronti di Zak e del Team. Erano felici per me e si sono congratulati” – ha poi concluso il pilota spagnolo.

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.