Dichiarazioni

Sainz non teme la sfida interna con Leclerc

Lo spagnolo si è detto sicuro che due stagioni saranno sufficienti per sentirsi completamente integrato all’interno del team

Carlos Sainz si è detto pronto alla sfida interna con Charles Leclerc, anche se servirà un piccolo periodo di adattamento

Carlos Sainz, al termine di questa stagione, sarà chiamato al grande salto, passando per la prima volta in carriera a guidare in un top team. Nonostante McLaren abbia fatto enormi passi avanti nelle ultime due stagioni, è inevitabile che il fascino Ferrari renda la nuova esperienza ancora più stimolante. Sainz ha già lanciato la sfida al suo prossimo compagno di team Charles Leclerc.

Il grande ostacolo che il pilota spagnolo troverà sul suo cammino sarà il giovane compagno di squadra. Charles Leclerc ha dimostrato di poter mettere in difficoltà un quattro volte campione del mondo come Sebastian Vettel, ma Sainz non sembra temere il paragone. L’ex vivaio Red Bull si è detto pronto a mettersi in gioco.

“Sono consapevole che sto per iniziare una nuova avventura e che lui (Leclerc ndr.) è lì da due anni. Quando arriverò conoscerà la macchina, così come molto bene la squadra. Comunque mi sono già trovato in quella situazione. Ad esempio alla Renault, quando sono arrivato (a stagione in corso ndr.) accanto a Nico Hulkenberg.

So che ci vuole un po’ di tempo prima di conoscere tutti e come sfruttare appieno le prestazioni della macchina, così come costruire un po’ la tua squadra e sentirti parte di essa. So com’è, l’ho già fatto”, ha dichiarato Carlos Sainz a The Race.

“Non sarà facile, lo so, soprattutto visto il talento di Charles e quanto è stato bravo negli ultimi tempi. È un grande rivale, ma è una sfida che mi ha entusiasmato quando ho firmato l’accordo. Potrebbe non essere un contratto a lungo termine, ma ho un contratto a medio termine (della durata di due stagioni ndr.) che mi dà abbastanza tempo per entrare in squadra e ripartire da zero con un po ‘di pazienza e adattarmi alla squadra poco per volta. “

ESPERIENZA AL SERVIZIO DEL TEAM

“In Formula 1 ci vuole tempo, inoltre devi essere nel posto giusto al momento giusto”, ha proseguito il pilota spagnolo. “Spero di aver preso la giusta direzione per il futuro. Farò parte di una squadra straordinaria e non vedo l’ora di vedere cosa sta succedendo alla Ferrari e di aiutare con tutto ciò che posso fare come pilota tramite i miei input.”

“Ho attraversato un periodo davvero emozionante con la McLaren e penso che mi abbia aiutato a imparare molto su come una squadra può evolversi e su come aiutare una squadra ad andare avanti. Vado (in Ferrari ndr.) con la giusta quantità di esperienza e con la giusta dose di motivazione per aiutare il più possibile.”

Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button