2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1

Robert Kubica ironico: “Russell ha ordinato del buon cibo dal ristorante, mentre io…”

Robert Kubica ha spiegato la sua attuale situazione all’interno della FW42; nemmeno copiare la configurazione di Russell lo ha favorito

Topics

Nella complessa stagione della Williams, Robert Kubica è riuscito a conquistare un punto, nel Gran Premio di Germania, nonostante sia risultato pressoché sempre più lento rispetto al compagno di team. Un punto ottenuto grazie a tanta fortuna, dettata dalla difficili condizioni atmosferiche ed un errore da parte del compagno che lo ha favorito.

L’ottenimento dell’unico punto, cosa che presumibilmente rimarrà tale sino a fine stagione, è ancora subjudice, in quanto fruttato a seguito della squalifica delle due Alfa Romeo. Il 24 settembre il team di Grove saprà con certezza se potrà o meno finire la stagione con un punto.

Dopo un inizio disastroso, dove le due vetture pagavano fino a due secondi dalla coda del gruppo, i passi avanti si sono visti negli ultimi Gran Premi, almeno dalla parte di box di George Russell, capace nell’ultima qualifica di sfiorare la Q2. Notte fonda invece per Robert Kubica che non riesce ancora a trovare il giusto feeling con la FW42.

Il pilota polacco ha dichiarato di aver provato la stessa configurazione di Russell, ma con risultati pessimi visto che ha ottenuto riscontri addirittura peggiori: “Quando ho deciso di utilizzare la stessa configurazione di George, ero ancora più lento” – ha detto Robert Kubica a Eleven Sports. È semplicemente che ha una sensazione diversa all’interno dell’abitacolo. È felice, quindi spero che quando avrò una sensazione simile alla sua sulla FW42, sarà felice anche io.”

L’ex Renault ha proseguito utilizzando una metafora ironica, a spiegare l’attuale situazione dei due piloti del team di Grove: “Noi continuiamo a seguire il nostro percorso, ma in questo momento è come se stessimo mangiando in due piatti diversi. Lui ha ordinato il cibo da un ottimo ristorante mentre io l’ho preparato da solo e sono un pessimo cuoco.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button