2019Formula 1

Rober Kubica: “Non mi pento di quello che ho deciso”

Robert Kubica, pilota della Williams, dice di non essersi pentito di tornare in Formula 1 in questo momento di difficoltà del team

Topics

La partecipazione di Robert Kubica al Gran Premio d’Australia di questa stagione, ha segnato il ritorno in Formula 1 del pilota polacco dalla stagione 2010. Sul suo ritorno ha lavorato partendo come test driver e pilota di sviluppo per la Williams nel 2018, tramutato poi in sedile “fisso”, ma il suo ritorno sulla griglia non è stato dei migliori, a causa delle prestazioni del suo team.

Ma nonostante le pessime prestazioni della Williams e l’abbonamento nell’ultima fila in qualifica e le ultime posizioni in gara, Robert Kubica ha dichiarato: “Non mi pento di quello che ho deciso. La frustrazione non è una parola corretta, perchè alla fine è ancora meglio essere qui che stare sul divano a guardare la Formula 1 in televisione”.

Sul suo ritorno in Formula 1, Robert Kubica dice: “sicuramente sarei più felice se stessi combattendo più in alto e avendo meno problemi, ma tutto sommato in questi ultimi mesi, sfortunatamente questa difficile situazione mette ombra su quello che ho ottenuto e quanto è stato grande per me tornare qui. Questo è qualcosa che dimentico anche, perchè la F1 è uno sport veloce e tutto accade molto velocemente, quindi in qualche modo vivi giorno dopo giorno. Dimentichi che alla fine ho realizzato qualcosa su cui stavo lavorando da molti anni”.

Robert Kubica, è anche consapevole che la Williams non potrà fare grandi progressi a breve termine durante il corso della stagione e che non riuscirà a lottare contro altri team ed è proprio questa la cosa che giudica “più difficile”: In passato ho avuto alti e bassi, ma sapevo che se riuscivo a sistemare alcune cose sarei stato competitivo, ora siamo così indietro, che anche se gli altri hanno down o hanno [difficoltà], hanno un così grande margine su di noi, che comunque non siamo nemmeno in grado di avere contatto con loro. Questa probabilmente è la cosa più fastidiosa”.

Topics
Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo di 20 anni, studente di giurisprudenza (presso l'UniBa) ma appassionato di Formula 1 fin da bambino e tifoso della Ferrari, ma quando scrivo metto da parte ogni fede e divento il più imparziale degli imparziali. Tifoso di Kimi Raikkonen e Fernando Alonso ma allo stesso momento di ogni pilota che passa sul sedile della rossa di Maranello. Il mondiale? Mi auguro che lo vinca sempre il migliore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button