DichiarazioniFormula 1

Ritardi per il nuovo simulatore Ferrari

Il nuovo modello sarà pronto in primavera e quindi non utilizzabile per l’affinamento della vettura 2020

Dal simulatore alle voci (non confermate), è un inverno dai toni bassi per la scuderia di Maranello

Dopo le voci, abbastanza incontrollate, che parlano di dati poco incoraggianti circa la nuova monoposto, in Ferrari c’è da fronteggiare anche la questione simulatore.

SIMULATORE PRONTO IN PRIMAVERA

Stando alle indiscrezioni riportate da Motorsport.com il nuovo modello sarebbe in ritardo e quindi pronto solo in primavera.

Ciò che significa che la vettura del 2020 nascerà al vecchio simulatore, quello nuovo si occuperà della monoposto per il 2021.

Un ritardo che solo la pista sarà quantificare e che non permetterà di perfezionare al meglio i difetti riscontrati durante la scorsa stagione.

BINOTTO PREDICA CALMA

Intanto, Mattia Binotto mette le mani avanti e riconosce che anche quest’anno il Cavallino non sarà il favorito per la vittoria del titolo mondiale.

“Per aprire un ciclo vincente ed essere davanti alla Mercedes in modo stabile, servirà ancora qualche anno, detto in molto onesto. Ma so che come Ferrari abbiamo sempre l’obbligo morale di provarci ogni anno. Noi quindi partiamo con l’obiettivo di fare molto bene nel 2020, non partiamo per arrivare secondi”.

“Però, se uno deve pensare di arrivare alla loro maturità come squadra, a quel know how, a quel rodaggio sufficiente e necessario su tutti gli aspetti per essere dominanti, è giusto dire che non si fa in due giorni”, ha concluso l’italiano.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 28 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Istruttore di scuola guida nella vita, appassionato fin da piccolo di Formula 1 e del motorsport a 360 °.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close