DichiarazioniFormula 1

Ricciardo: “Verstappen migliorato anche per merito mio”

L’australiano vede in se un merito nella recente crescita dell’ex compagno di team, dopo tre stagioni di stretta rivalità tra di loro

Nemmeno gli scontri di Baku e Budapest hanno incrinato il rapporto tra i due ex compagni di squadra

L’ex compagno di team in Red Bull, Daniel Ricciardo, vede in Max Verstappen un cambiamento positivo che lo ha portato a essere più costante nell’ultima stagione. La rivalità tra i due è sfociata nel crash avvenuto durante il Gran Premio dell’Azerbaijan 2018, anche se il loro rapporto non si è mai del tutto deteriorato. Nell’ultima stagione in Red Bull, l’australiano è stato surclassato di problemi che non hanno permesso un vero confronto rispetto all’giovane olandese.

Nell’ultima puntata del podcast “Beyond the Grid”, Ricciardo ha commentato il loro rapporto in pista e quanto la dura rivalità, abbia fatto compiere all’attuale Red Bull un salto di qualità in termini di puro agonismo: “Penso che siamo stati utili l’uno per l’altro – ha esordito l’attuale Renault riguardo al loro rapporto.

“Certamente è cresciuto in quel momento e voglio dire che probabilmente ha imparato un po’ da me, stare più a lungo con il team ed essere più vecchio. E puoi vederlo. È meno infuocato, fuori dalle regole di quanto non fosse un paio d’anni fa e ha maturato. Penso che abbia trovato il suo posto ora e se ho contribuito a questo, allora è fantastico e se non lo è anche quello va bene.”

“Abbiamo rapidamente superato i fatti (non solo l’incidente di Baku, ma anche il successivo contatto a Budapest n.d.r.) e penso che alla fine sia dovuto al rispetto reciproco. So quanto è lui competitivo e sa quanto io sono competitivo, quindi le cose succederanno. Ma penso che rispettiamo la volontà reciproca di competere e potremmo andare avanti per questo.”

“Un gioco politico con Max? No, non lo era. Penso che sapevamo cosa stavamo facendo, sapevamo cosa stavamo cercando e ci siamo appena messi d’accordo.”

Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button