Formula 1

Renault, a Silverstone con tante novità!

Il team di Enstone si prepara alla doppia tappa inglese con un ingente pacchetto di aggiornamenti

In Inghilterra Ricciardo e Ocon potranno disporre di una R.S.20 aggiornata per tentare un altro assalto alla top ten

Dopo un inizio di stagione tutto sommato positivo la Renault si prepara  ad un grosso pacchetto di aggiornamenti da portare a Silverstone.  Il direttore tecnico, Pat Fry, che i risultati ottenuti rispecchiano la realtà ma che la macchina rispetto all’anno scorso ha fatto un notevole passo avanti.

Il team comunque non può cullarsi sugli allori. Fry ha avvertito: “C’è ovviamente molto lavoro da fare e dobbiamo continuare a svilupparci. L’affidabilità è stata deludente ed è frustrante avere questi problemi. Stiamo lavorando duramente su questo fronte e dobbiamo migliorare tutti i nostri processi, dalla garanzia della qualità alla produzione, dalla fase di costruzione, fino all’implementazione sull’auto”.

Proprio a tale scopo l’auto che scenderà in pista nei due round di Silverstone sarà profondamente rinnovata. “Questo fine settimana apporteremo una serie di aggiornamenti alla vettura, oltre a un diverso livello di carico aerodinamico”, ha aggiunto Pat Fry. È un aggiornamento considerevole, per cui sarà interessante vedere come ci comporteremo a Silverstone”.

“Silverstone è un buon circuito per testare queste novità. Ha abbastanza rettilinei per misurare le prestazioni aerodinamiche e un’ottima combinazione di curve che permettono di poter misurare  il reale effetto sulla guida delle macchine. Se si correrà sull’asciutto, avremo modo di fare un quadro completo della situazione”.

“In passato, la nostra auto non era adatta a questo tipo di piste ma quest’anno, ci sono segnali che ci assicurano di aver imboccato la direzione giusta”, conclude Pat Fry.

La R.S. 20 sembra comunque essere nettamente migliore rispetto alla sorella maggiore dello scorso anno. Nelle prime tre gare, almeno uno dei due piloti ha sempre raggiunto la zona punti, precisamente l’ottavo posto. L’unico tasto dolente è l’affidabilità. In sole tre gare Ricciardo e Ocon hanno già subito un ritiro a testa.

 

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button