Formula 1Gran Premio Italia

Renault, a Monza almeno per il podio!

La nuova RS20 sembra sposarsi benissimo con i tracciati veloci, dunque in Italia lecito aspettarsi un gran risultato

La velocità mostrata nel T1 e nel T3 di Spa fanno ben sperare il team francese in vista della gara nel ‘Tempio della velocità’

 

Senza ombra di dubbio una delle rivelazioni della stagione è la Renault. Dopo un 2019 fallimentare, il team di Enstone si è dato una scossa e ora è una certezza della zona punti. In Belgio, Ricciardo e Ocon hanno eguagliato il milgior risultato conquistato da quando il marchio francese è rientrato in Formula 1, ovvero il quarto e quinto posto ottenuto a Monza un anno fa.

Altro motivo d’orgoglio, l’aver targato il giro veloce in gara, cosa che non accadeva da dieci anni, da quando Robert Kubica in Canada, fece registrare il miglior crono. Il team principal Cyril Abiteboul si gode l’avvicinamento alla zona podio, dove la Renault manca dal 2011. “Questo è un ottimo risultato. Avevamo ottenuto già un quarto e un quinto posto, ma qui abbiamo fatto il nostro primo giro più veloce dal Canada 2010. Monza è un circuito che richiede caratteristiche simili a Spa”.

La testa ovviamente è già Monza, dove le curve lasciano posto a lunghi rettilinei sui quali la RS20 si trova molto a suo agio. A Spa Ricciardo è finito a 3 secondi da Verstappen in terza posizione. Nel circuito lombardo, chissà magari con qualche curva in meno, il podio potrebbe essere raggiungibile. Il motore francese ha guadagnato potenza rispetto allo scorso anno. L’ auto ha ancora una delle sue migliori armi nella bassa resistenza aerodinamica. È vero, va migliorata la velocità in curva, ma a Monza non conta poi cosi tanto. Non c’è un settore centrale dove Red Bull e Mercedes possono recuperare quel poco che perdono sul dritto.

A Spa podio sfiorato, a Monza bisogna riprovarci

Prima di iniziare la stagione, Abiteboul era convinto di avere il miglior motore, suscitando uno scetticismo generale. Sono ancora dietro alla Mercedes, ma non di molto, quasi alla pari con la Honda e sicuramente davanti alla Ferrari. La cosa migliore è che Daniel Ricciardo, a Spa, ha ottenuto il giro più veloce con gomme dure che avevano già fatto 34 giri … e va ricordato che negli ultimi giri ha guadagnato 10 secondi a Verstappen.

Abiteboul a Monza non si accontenterà di qualcosa che non sia almeno un podio, anche se quest’ultimo gli costerà un tatuaggio, per vi della scommessa con Daniel. Dopotutto, se Binotto ha detto che il risultato di Spa è dovuto al circuito che li ha penalizzati molto, Cyril, al contrario potrebbe pensare che Monza sia fatta su misura per loro.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio