Formula 1Gran Premio Turchia

GP Turchia: Porte aperte per 100.000 tifosi

Gli organizzatori del GP di Turchia hanno intenzione di ospitare 100.000 spettatori con i biglietti messi in vendita a prezzi irrisori

Gli organizzatori del GP di Turchia hanno annunciato che il Gran Premio di F1 sarà a porte aperte, con una capienza massima di 100 mila tifosi al giorno.

Il ritorno del GP di Turchia all’interno del calendario di F1 2020 è stata una sorpresa, e si disputerà il 15 novembre, tale decisione è stata presa per avere un calendario più corposo senza discostarsi dal continente europeo a causa del Covid-19.

LE VOLONTÀ DELL’ORGANIZZAZIONE

Il presidente dell’Istanbul Park, Vural Ak, nella conferenza indetta per presentare il gran premio, ha dichiarato che: “Dobbiamo essere preparati a tutto. Se la pandemia peggiorerà, la gara si svolgerà senza pubblico”.

Proseguendo, ha poi dichiarato che: “Tuttavia, conosciamo la capacità di questa pista, circa 220.000 spettatori possono assistere alla gara sulle tribune e negli spazi aperti, ma al momento per motivi di sicurezza, se chiudiamo alcuni settori,  circa 100.000 tifosi potranno assistere alla gara”.

Nonostante questa positività, la Formula 1 sarà ad avere l’ultima parola per quanto riguarda il numero di spettatori che avranno l’opportunità di accedere al circuito.

IL PREZZO DEI BIGLIETTI

Inoltre, Intercity ha indicato anche che il costo dei biglietti per poter accedere, avranno un prezzo di sole 30 lire turche al giorno, che equivalgono a circa 3,50 euro, un prezzo che dovrebbe attirare i tifosi.

Sempre Vural Ak, ha dichiarato che: “La Formula 1 normalmente ha prezzi standard determinati, tuttavia, non cerchiamo di trarne un vantaggio finanziario e il governo ci ha incoraggiati. Il rezzo dei biglietti è di 30 TL al giorno, sarà di 90 TL per l’intero weekend. I biglietti saranno in vendita la prossima settimana e pensiamo che si venderanno molto rapidamente”

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio