DichiarazioniFormula 1

Red Bull-Porsche: Marko apre la porta a trattative per un accordo

L’impegno della casa automobilistica di Stoccarda in Formula 1 potrebbe essere resa ufficiale a giorni. Le parole di Marko non lasciano spazio ai dubbi

Si fanno sempre più insistenti i rumors a riguardo di un ingresso di Audi e Porsche in Formula 1 a partire dal 2026. E Red Bull ha già la porta aperta. A confessarlo è stato Helmut Marko

La fumata bianca del Consiglio di Sorveglianza, al momento, sembrerebbe l’unico scoglio rimasto a frapporsi tra Porsche ed Audi, e il loro ingresso in Formula 1 a partire dal prossimo 2026, anno in cui entrerà in vigore il nuovo regolamento sulle power unit. Una possibilità perlustrata più volte, Helmut Marko non ha certamente fatto mai mistero della plausibilità che la Red Bull Powertrains potesse collaborare ed affiancarsi ad un partner motorista, preservando comunque una centralità deliberativa assoluta.

Il Consiglio di sorveglianza del Gruppo Volkswagen, infatti, ha fissato una riunione il prossimo martedì, 5 aprile. Tutte le previsioni lasciano presagire una decisione che concorderà il loro impegno finanziario in Formula 1.
E’ tutto aperto e stiamo intrattenendo colloqui in tutte le direzioni. Penso che sia del tutto logico si ritenga Red Bull il partner più interessante per un costruttore“, ha dichiarato Marko, nel corso di un’intervista a Formel1.de.

Al tempo stesso però, il consulente di Milton Keynes, non si è voluto spingere più di tanto su questa operazione: Se vi dicessi che un accordo tra Porsche e Red Bull mi farebbe bene, allora penserete che abbiamo già degli accordi“, ha commentato.

Red Bull è una collaborazione allettante per Porsche

Fatto sta che gli investimenti da parte di Red Bull Powertrains sono in corso di realizzazione, ed è innegabile che in Inghilterra, tra infrastruttura e ingaggio dei tecnici, il supporto di Porsche conferirebbe ulteriore linfa, supporto finanziario e un background di esperienza e competenza molto prezioso.
Red Bull prevede il lancio di Red Bull Powertrains nel 2025, per avere un motore proprio, al fine di sganciarsi dalla relazione intrapresa con la Honda.

Per il marchio tedesco, inoltre, lo scenario appetibile includerebbe, oltre una squadra competitiva e di vertice, anche la garanzia di avere a bordo un top driver abbinato al proprio nome: anche in visione di tale prospettiva va letta la sottoscrizione del contratto firmato dell’olandese, fino al 2028.
Come vedrei bene una Red Bull motorizzata Porsche con Verstappen possessore del numero 1? Verstappen è chiaramente un pezzo importante in tutta questa partita di scacchi“, ha concluso Marko.

Giusy Alfano

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.