DichiarazioniFormula 1

Red Bull nega le parole di Marko

Sarebbero una pura fake news le famose frasi con le quali Helmut avrebbe ridimensionato a ‘distrazione’ l’attività di Hamilton contro il razzismo

RTL ha negato che Marko abbia mai rilasciato parole al veleno contro Hamilton

Il duello Mercedes-Red Bull è già iniziato, ma stavolta la pista non c’entra. Casus belli sono alcune presunte dichiarazioni di Helmut Marko, ricondotte a un’intervista rilasciata per la tedesca RTL, in cui il consulente Red Bull ridimensionava a pura “distrazione” l’attività di Lewis Hamilton legata alla lotta contro il razzismo. Il pilota britannico è stato l’unico, nell’ambiente del Circus, a sollevare la propria voce dopo i fatti accaduti a Minneapolis che hanno portato alla morte di George Floyd. Pare inoltre che il sei volte iridato sia intenzionato a compiere un gesto plateale durante il weekend della prima gara dell’anno, ossia quello di inginocchiarsi (presumibilmente in occasione dell’inno nazionale). Si tratta di un gesto compiuto da molti afroamericani per rivendicare la lotta al razzismo e alla discriminazione razziale.

BATTAGLIA SOCIAL

L’attività di Hamilton sarebbe stata oggetto di parole pungenti da parte di Marko, alle quali il britannico ha prontamente replicato con un messaggio forte sui propri account social: “Helmut, mi dà una tristezza enorme sapere che tu consideri una distrazione la lotta per i pari diritti nei confronti delle persone di colore. Sono abbastanza offeso di questo. Distrazione, per me, è avere visto bande di tifosi col volto dipinto di nero per irridermi. Distrazione è essere stato trattato in modo diverso dagli altri da bambino, da adolescente e ora da uomo, solo per il colore della mia pelle. Spero che questo messaggio arrivi forte alle persone di colore nel tuo team, riguardo alle tue priorità e al tuo modo di considerarle. Sveglia. Questo sport ha bisogno di un cambiamento”.

SOLO UNA FAKE NEWS

Il post è stato poi rimosso da Hamilton, probabilmente perché il britannico è venuto a sapere che la Red Bull ha negato che Marko abbia mai rilasciato parole di scherno nei confronti del britannico. Tutto nascerebbe da una fake news riconducibile al sito Essentially Sports, che aveva attribuito a Marko anche la frase secondo cui “Se Hamilton si inginocchierà in Austria, Verstappen vincerà la gara”. La Red Bull ha infatti assicurato che RTL ha negato che Marko avesse mai pronunciato quelle parole e, contemporaneamente, anche l’articolo di Essentially Sports che riportava le due frasi incriminate è stato cancellato. 

Pubblicità

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button