DichiarazioniFormula 1

Red Bull-Honda: ritorno di fiamma?

Helmut Marko ha sfruttato l’occasione di trovarsi in Giappone per aprire una trattativa con Honda

La notizia potrebbe avere del clamoroso. Secondo alcune indiscrezioni, Helmut Marko ed il team Red Bull sarebbero alla ricerca di un nuovo accordo con Honda, dopo la separazione del 2021.

Settimana ricchissima di notizie. Mentre attendiamo un verdetto per Aston Martin e Red Bull sull’argomento budget cap, ecco subito un’altra notizia bomba, che anche in tal caso riguarda il team di Milton Kaynes. Alla vigilia del Gran Premio del Giappone, secondo alcune fonti, il capo Red Bull Helmut Marko avrebbe aperto una trattativa con Honda per riportarla in Formula 1 – come motorista – a partire dal 2026.

Dopo l’annuncio dell’addio alla Formula 1 dello scorso anno, Honda sembrerebbe averci ripensato, aprendo così ad un possibile nuovo accordo, anche con termini e condizioni diverse, con il team di Horner & co. Troppo frettoloso il loro ritiro dalla massima competizione motoristica? Sicuramente, vedendo il successo che Red Bull ha avuto questa stagione, e la continuità di risultati e solidità che stanno dimostrando, la casa produttrice giapponese si sta mangiando le mani…

Il mancato accordo tra Porche e Red Bull potrebbe essere stato causato proprio da Honda

In molti si aspettavano una futura collaborazione tra la casa tedesca e quella austriaca, eppure nulla di fatto. Che possa esserci stata Honda sul sottofodno a giustificare questo mancato accordo? Probabile… evidentemente, Honda non è mai davvero scomparsa dai radar della F1, e potrebbe essersi dimostrata aperta ad un possibile ritorno, ben accolto da Red Bull, visti i passati successi.

Addirittura, c’è chi dice che lo scorso lunedì vi sia stato l’incontro definitivo tra Marko ed Honda, e che gli accordi siano già stati definiti. Si dice che già sulle vetture Red Bull del prossimo anno potremmo rivedere la scritta Honda, e che i giapponesi si occuperanno della gestione e manutenzione degli attuali motori, che da regolamento non possono essere più sviluppati.

Si tratterebbe, dunque, di un ruolo meno partecipativo, anche a livello di immagine, ma comunque importante. Honda si occuperebbe della componente elettrica delle Power Unit, lasciando alla Red Bull Powertrains il controllo della parte endotermica.

Niente di ufficiale ancora, certo, ma le voci si stanno facendo molto più insistenti, e se Max dovesse portarsi a casa il titolo già nel GP di Giappone, sarà interessante capire se a quel punto – nella loro terra natia – Honda annuncerebbe il rinnovo dell’accordo con Red Bull. Ci aspetta davvero un fine settimana scoppiettante!

Gabriele Bonciani

Fiorentino, laureato in Economia e Turismo, grandissimo amante delle quattro ruote. Mi sono innamorato della Ferrari grazie a Vettel, che mi faceva urlare ed emozionare davanti allo schermo. Poter scrivere del mio sport preferito mi rende orgoglioso e voglio coltivare sempre più questa passione. Nella speranza di tornare a gioire al più presto... #essereFerrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio