DichiarazioniFormula 1

Ocon: “Da Alonso ho imparato tanto”

Il francese della Alpine confuta la reputazione dell’asturiano vedendo in lui un punto di riferimento

Il pilota della Alpine Esteban Ocon sostiene di aver imparato tanto dal compagno di squadra Alonso, forse il più veloce che abbia mai avuto

Oltre a quella conferitagli dal suo immenso talento, Fernando Alonso è sempre stato circondato anche da un altro tipo di aura decisamente più oscura. Non sono infatti segreti i suoi numerosi screzi con il compagno di squadra di turno. A partire dal 2007 quando condivideva il box con l’allora rookie Lewis Hamilton fino alle accuse di aver sancito nel 2018 la fine della carriera nella Massima Serie di Stoffel Vandoorne, l’asturiano è sempre stato considerato un cliente difficile. Non è però di questo avviso invece il nuovo collega dello spagnolo Esteban Ocon, che sostiene di aver trovato in Alonso un compagno formidabile dal quale ha imparato tanto.

“Molti hanno detto che Fernando era una persona difficile con la quale lavorare – ha dichiarato Ocon a Racer – aveva una reputazione da “distruttore di compagni”. L’ho voluto vedere con i miei occhi. Volevo sapere se le persone dicessero la verità o meno. Alla fine ciò si è rivelato falso: Alonso è una persona fantastica con la quale collaborare. E’ un pilota eccezionale, credo sia il pilota più veloce con il quale ho potuto condividere il box. Sono molto contento di lavorare con lui. Sono convinto di aver imparato molto da lui. Pensa molto al di fuori degli schemi, cosa che molti piloti o addirittura interi team non fanno”.

“Anche in termini di guida, ho preso molto spunto da lui. A partire dai suoi primi giri ho sempre provato a seguire le sue mosse. E’ sicuramente un privilegio il poter lavorare con una leggenda come lui e certamente lo inserisco tra i miei punti di riferimento. Mi ha reso orgoglioso il vedere che molte volte il nostro ritmo era comparabile e che ci spingevamo l’un l’altro a dare il meglio. Stavamo entrambi dando il massimo con gli strumenti che avevamo, sicuramente è qualcosa di cui andare fieri”.

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, studente magistrale di Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.