Formula 1

Nel 2022, monoposto di 15 kg più pesanti del previsto

In vista della nuova “era” di Formula 1, cambiano ancora le vetture: peseranno di più per adattarsi agli pneumatici da 18 pollici

A partire dal 2022, nuove modifiche attendono le monoposto di Formula 1: maggiore sicurezza e più peso per adattarsi agli pneumatici da 18 pollici

Le vetture della prossima stagione saranno le più pesanti dal 2014, anno in cui l’ibrido è entrato in Formula 1. Con l’introduzione dei nuovi pneumatici da 18 pollici, già testati a rotazione da diversi piloti della Classe Regina, le scuderie devono dotarsi di accortezze in più per salvaguardare la sicurezza in pista. Tra le misure adottate, anche una modifica del telaio delle monoposto, appesantito di 15 kg in più rispetto a quanto previsto inizialmente dalla FIA.

Avranno un peso di circa 790 kg, contro i 752 di quest’anno, i 690 del 2014 e i 642 del 2013. Tutto ciò dovrebbe facilitare le battaglie tra avversari, sopperendo alle difficoltà aerodinamiche accusate attualmente in pista negli inseguimenti ravvicinati.

VETTURE PIU’ PESANTI PER UNA MAGGIORE SICUREZZA DEI PILOTI IN PISTA

Spesso e volentieri, non ci si domanda quanto possa pesare una monoposto prima e dopo la gara. Numeri alla mano, con le modifiche del caso, che rispondono sempre alla necessità di massima sicurezza dei piloti, nel 2022 raggiungerà quasi i 1000 kg. Come? Soymotor.com sottolinea infatti che, partendo dai 790 kg della sola vettura, si andranno ad aggiungere 110 kg di carburante prima della partenza, il peso del pilota (che deve essere almeno di 80 kg) più il suo casco e la tuta.

Nel 2022, le vetture saranno meno aggressive di quelle attuali, le più veloci dal 2017, ma garantiranno ai piloti di inseguire gli avversari con molta meno difficoltà di oggi. Adesso, infatti, affrontare l’aria sporca generata dalla monoposto di chi precede è compito molto difficile per tutti, a causa della notevole riduzione del carico aerodinamico.

Lewis Hamilton, Test Pirelli Imola 2021
Lewis Hamilton ai Test Pirelli, Imola 2021; Credits: Denise Marcorella

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.