2019DichiarazioniFormula 1

Montezemolo: “Mi sarebbe piaciuto vedere Hamilton in Ferrari”

L’ex Presidente del team di Maranello elogia le capacità del britannico, sei volte Campione del Mondo, affermando che Lauda sarebbe orgoglioso di lui e dei risultati ottenuti

Lewis Hamilton sta scrivendo la storia, infatti ad Austin ha ottenuto il suo sesto titolo iridato. Solo Michael Schumacher ne ha attualmente più di lui. Luca Cordero di Montezemolo, ex Presidente della Ferrari l’ha perciò elogiato

L’italiano ha elogiato la capacità di Lewis Hamilton di adattarsi a ogni tipo di circuito e, il suo atteggiamento sia durante la guida di una vettura, sia nel suo modo di lavorare o di essere come persona. Inoltre, ha riconosciuto che gli sarebbe piaciuto vederlo in Ferrari, perciò ha dichiarato: “In primo luogo, ammiro il suo comportamento sempre sportivo, dentro e fuori la pista. Poi la straordinaria capacità di impostare la sua gara in base alle esigenze del circuito. E’ molto veloce, sa usare la monoposto e le mescole in modo intelligente, ed è eccellente nel portare a casa i risultati. Personalmente, mi sarebbe piaciuto vederlo alla Ferrari“.

Luca Cordero di Montezemolo ha paragonato Lewis Hamilton a leggende come Ayrton Senna e Michael Schumacher, definendolo uno dei grandi nomi della storia, della Classe Regina del Motorsport, infatti ha affermato: “E’ un pilota che è entrato di diritto tra le leggende della Formula 1. L’anno scorso ha vinto anche quando la sua vettura, in alcune gare, non era proprio la migliore. Lo inserisco perciò tra i numeri uno: da Fangio a Lauda, ​​Schumacher, Senna, Clark o Stewart “.

NIKI LAUDA SAREBBE STATO ORGOGLIOSO

L’italiano, come il britannico e la Mercedes, ha dedicato un pensiero a Niki Lauda, ricordando che l’austriaco ha avuto un ruolo fondamentale nella collaborazione tra Hamilton e il team di Brackley, con la quale ha ottenuto cinque dei suoi titoli iridati. “Lewis è un grande e penso che la sua vittoria avrebbe fatto davvero piacere al mio amico Niki Lauda, che sarebbe stato molto soddisfatto e orgoglioso di tale risultato, perché è stato lui a fare tutto il possibile per portarlo in Mercedes”, ha così concluso.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close