2014

Michael Schumacher è morto? La smentita arriva da Grenoble

È bastato un semplice cinguettio sulla rete che è scoppiato un tam tam mediatico. Nel primo pomeriggio di oggi qualche burlone si è divertito a diffondere in rete la falsa notizia della morte di Michael Schumacher, ricoverato all’Ospedale di Grenoble dallos corso 29 dicembre quando fu vittima della rovinosa caduta sugli sci a Meribel. Nonostante la situazione ancora delicata del sette volte campione del mondo, il tedesco non è morto e la secca smentita è giunta prontamente da parte dell’équipe medica che sta seguendo Schumacher: «Michael non è morto, è in stato vegetativo».

L’ex ferrarista è stato tenuto in coma indotto per circa un mese e proprio la scorsa settimana i medici hanno iniziato le procedure di risveglio per verificarne le condizioni fisiche. Le prossime settimane saranno fondamentali per il pilota tedesco e per la sua famiglia che non l’ha abbandonato per un secondo. Anche se Mundo Deportivo e Serge Pueyo, giornalista di Rtl, assicurano che Schumacher non abbia avuto peggioramenti, l’attenzione mediatica sul sette volte campione del mondo rimane sempre alta. Una storia sulla quale il diritto di privacy voluto dalla famiglia, ha fatto aumentare i dubbi sull’effettiva condizione del tedesco. Dopo una nota del 17 gennaio, in cui Schumacher veniva dichiarato come fuori pericolo di vita e in condizioni stabili, la settimana scorsa Sabine Kehm, portavoce dell’ex pilota, ha confermato le voci a riguardo della progressiva riduzione della terapia farmacologica.

Continua la lettura

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Aspetta! C'è dell'altro!