Formula 1Gran Premio Miami

Mercedes: in arrivo aggiornamenti per la W13

In vista del GP di Miami il prossimo fine settimana, il team di Stoccarda sta lavorando su accorgimenti per migliorare le prestazioni della propria monoposto

Dopo un avvio di stagione deludente, la Mercedes tenta di rialzarsi a Miami. Previsti aggiornamenti sulla monoposto

Non era certo questo l’avvio di stagione che il team otto volte campione del mondo si aspettava e sperava. Il GP dell’Emilia Romagna, con il 13esimo piazzamento di Hamilton, pilota di punta della scuderia, ha finito per destabilizzare gli animi della Mercedes, che, non abituata a risultati tanto deludenti, ha riassunto il proprio disappunto nelle toccanti parole di Wolff rivolte a Lewis in radio al termine della corsa. Scusa per la vettura che ti abbiamo consegnato tra le mani. Era inguidabile oggi. Ci rifaremo. Uno scenario a dir poco imprevedibile, visti i risultati ottenuti fino a pochi mesi fa, ma questa è la dura legge dello sport.

Adesso, l’unico obiettivo è quello di rialzarsi dopo la rovinosa caduta che, anche se al solo quarto appuntamento della stagione, ha già provocato non pochi danni. Numerose e aspre sono infatti le critiche nei confronti di Hamilton che, anche con sette titoli iridati in tasca, non può dormire sonni tranquilli. C’è chi addirittura pensa che sia pentito di non aver appeso il casco al chiodo dopo Abu Dhabi 2021.

Shlovin: “Non ci aspettiamo di risolvere dall’oggi al domani”

In Mercedes però non si arrendono e, in un video pubblicato dal team nei giorni scorsi, il direttore tecnico Andrew Shlovin ha parlato dell’immediato futuro: “Stiamo andando avanti, stiamo imparando di più. Speriamo che presto, forse già a Miami, possiamo iniziare a portare alcune parti alla macchina che speriamo ci diano un’indicazione se ci stiamo muovendo nella giusta direzione“.

La Mercedes ha dunque in programma di portare degli aggiornamenti consistenti già a partire dal prossimo weekend di gara, dopo che le modifiche in occasione del GP dell’Emilia Romagna non si sono tradotti in miglioramenti significativi: “Non ci aspettiamo di risolvere questo problema dall’oggi al domani, ma, se riusciamo a capire se stiamo andando nella giusta direzione, che siamo davvero andati a fondo di quello che sta succedendo, potremo essere abbastanza contenti del fatto di essere sulla strada giusta”, ha proseguito Shlovin.

Il porposing ancora uno dei problemi principali sulla W13

E, tra i problemi del progetto W13, quello del porpoising è certamente il più urgente da risolvere: “Gran parte del lavoro svolto a Brackley è stato capire il fenomeno del porpoising e se possiamo controllarlo. Ovviamente è un po’ un cliché, ma la realtà è che non possiamo far funzionare la vettura dove l’abbiamo progettata per funzionare. Dobbiamo farlo ad altezze di marcia più elevate e, correndo ad altezze di marcia più elevate, ha prestazioni più scarse. Questo potrebbe essere vero per quasi tutte le monoposto sulla griglia. Molte persone stanno soffrendo di questo problema e sappiamo che sollevare l’auto è un modo per limitarlo“, ha concluso Shlovin.

 

 
 
 
 
 
View this post on Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

A post shared by Mercedes-AMG PETRONAS F1 Team (@mercedesamgf1)

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, ho una Laurea Triennale in Lingue Straniere e una Laurea Magistrale in Linguistica, entrambe conseguite nella Capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, spazio, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio