Formula 1Test Barcellona

Mercedes: il caso del volante mobile provato da Hamilton

Le Frecce d’Argento hanno introdotto una novità sulla W11, apparsa nei test a Barcellona, con il volante che si muove in frenata ed accelerazione.

Mercedes protagonista fin da subito in queste prime due giornata di test a Barcellona. Nella sessione di questa mattina, è apparsa una soluzione particolare sulla W11, chiamata DAS. In frenata ed in accelerazione, si nota come il volante si muove avanti ed indietro

Dopo il buon esordio nella prima giornata di test a Barcellona, Lewis Hamilton è tornato a bordo della Mercedes W11 per la sessione di questa mattina, diventando suo malgrado protagonista di un nuovo caso, che ha suscitato molte polemiche.

Guardando le riprese, provenienti dall’on-board camera della W11, si vede il volante di Lewis Hamilton, che si muove in determinati momenti: in frenata indietreggia di qualche centimetro, per poi tornare nella posizione originaria, in fase di accelerazione. Movimenti che sembrano perfettamente allineati con quelli delle gomme, e a quanto pare modificando la loro convergenza. Nelle stesse inquadrature, si nota che il pilota non attiva questo sistema, ad ogni giro, e non sembra turbato da questi movimenti, ed anzi sembra essersi adattato a questo funzionamento.

Una soluzione davvero inedita, creata dai tecnici della Mercedes, capitanati da James Allison, e che l’hanno chiamata DAS. Un sistema che comporta un certo vantaggio, soprattutto in ingresso di curva, in quanto migliora la maneggevolezza, riduce l’usura delle gomme e la resistenza nei rettilinei. Anche l’aerodinamica ne beneficerebbe, in quanto il volante scivolando all’indietro in fase di accelerazione, aumenta la velocità di punta e modifica l’altezza della monoposto.

LA FEDERAZIONE APPROVA QUESTO INGEGNO

Naturalmente, questa soluzione è diventato il tema della giornata, suscitando clamore all’interno del paddock, tra gli appassionati della Formula 1, grazie alle immagini diffuse dalle emittenti che stanno seguendo i test.

Secondo l’articolo 10.2.3, del Regolamento tecnico attualmente in vigore, “qualsiasi regolazione del sistema di sospensione, può essere effettuata solo a vettura ferma. È vietata fare alcuna regolazione su alcun sistema di sospensione mentre la vettura è in movimento”. 

Inoltre, il servosterzo può essere usato per ridurre lo sforzo del pilota, senza essere in nessuna maniera controllato. In una delle riprese, si vede che al momento della frenata, il volante si sposta di qualche centimetro verso il pilota, il quale poco prima aveva premuto un pulsante con il pollice della mano destra. Sul display del volante, compare la scritta “marker”, subito dopo l’attivazione, con l’assetto della W11 che torna nella situazione originaria.

Questa soluzione è stata approvata dalla FIA e per rispondere alle polemiche, la Mercedes ha comunicato a Motorsport.com, che il sistema è in fase di valutazione durante i test, e quindi si vedrà se verrà deliberato per i Gran Premi.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button