DichiarazioniFormula 1

Max Verstappen: “Boicottaggio a Sky Sports? Costantemente irrispettosi”

Il due volte campione del mondo spiega perché non intende rilasciare interviste ai microfoni dell’emittente britannica F1

Nel weekend appena trascorso a Città del Messico Max Verstappen e il team boicottano le interviste da parte di Sky Sports. L’olandese lamenta la mancanza di rispetto costante dell’emittente britannica

Il GP del Messico è stato la ‘ciliegina sulla torta’ per Max Verstappen che ha deciso di non rilasciare interviste ai microfoni di Sky Sports. Non si è trattato solo di questo singolo weekend, ma di un intero anno durante il quale l’emittente britannica si è rivelata alquanto irrispettosa nei confronti del due volte campione del mondo e del team tutto.

Nello specifico Max si riferisce a una persona in particolare ovvero Ted Kravitz. Al termine del GP del Messico il giornalista ha infatti detto: “[Lewis Hamilton] non vince una gara tutto l’anno, e poi finalmente torna su una pista dove poteva vincere la prima gara. Tuttavia, è stato battuto dallo stesso stesso ragazzo che lo scorso anno lo ha derubato del titolo ad Abu Dhabi“. “Il ragazzo lo ha battuto perché ha una macchina più veloce, a causa dell’ingegneria e della Formula Uno e del design e praticamente a causa di [Adrian Newey, Chief Technical Officer della Red Bull] laggiù”, ha poi aggiunto il giornalista.

La rivolta silenziosa del team di Milton Keynes

Parole, quelle di Ted Kravitz, davvero pesanti, inopportune e poco gradevoli, soprattutto in questo momento così delicato per il team di Milton Keynes a seguito dello scandalo budget cap. “Al momento i social media sono un luogo molto tossico e se sei costantemente così in diretta TV, lo peggiori anziché renderlo un posto migliore. Continui a mancarmi di rispetto e a un certo punto non lo tollero più. Ecco perché ho deciso di smettere di rispondere”, ha dichiarato Verstappen.

Anche il team principal Horner ha confermato il boicottaggio non solo per l’emittente britannica , ma per tutti i canali Sky. Siamo ovviamente solo delusi da una serie di commenti dispregiativi che sono stati fatti su Sky, quindi abbiamo sentito che questo fine settimana ci saremmo presi una pausa e che non avrebbe fatto male a Sky”, ha detto. Max era davvero sconvolto da questi commenti, eravamo tutti sconvolti. Così abbiamo preso la decisione di stare insieme come una squadra”, ha poi aggiunto l’ingegnere britannico.

Quello del team austriaco vuole essere un modo per far sentire il proprio malcontento, quasi una rivolta silenziosa che inviti le emittenti a riflettere e a equilibrare i commenti. La decisione del team è stata quella di mantenere il silenzio solo per il weekend messicano. Infatti, il team principal Horner ha poi dichiarato: ” I commenti su di noi non sono stati imparziali, né giusti e né equilibrati. Abbiamo detto la nostra e adesso torneremo alla normalità al prossimo GP del Brasile.

 

 

 

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio