2019DichiarazioniFormula 1

Marko a Jos Verstappen: “Red Bull sarà in lotta nel 2020″

Helmut Marko, consulente del team austriaco, risponde alle accuse lanciate da Jos Verstappen, mostrandosi fiduciosi per la lotta al titolo 2020.

Jos Verstappen ha criticato il team di Milton Keynes, per la mancanza di progressi togliendo a Max la possibilità di lottare con Mercedes e Ferrari. Oggi arriva la risposta di Marko

Helmut Marko è fiducioso del fatto che Max Verstappen possa vincere il suo primo titolo in Formula 1 nel 2020. Dai recenti dati emersi e gli ultimi sforzi fatti in Red Bull, l’atmosfera sembra essere positiva per la prossima stagione, con un motore ed un telaio migliorati, a tal punto da candidarsi come la terza forza nella lotta al titolo.

Marko oltrettutto spera che Red Bull possa essere allo stesso livello di potenza di Mercedes e Ferrari, pertanto si mostra positivo in vista del 2020, rispondendo alle critiche lanciate da Jos Verstappen, papà di Max, che ha messo in dubbio la possibilità che il figlio possa lottare per il Mondiale nel 2020.

Honda pronta a lanciare la sfida a Mercedes e Ferrari

“Per quanto riguarda il telaio, credo che saremo più preparati per il prossimo anno anche in base al progresso di Honda. Crediamo di poter essere costantemente allo stesso livello in termini di potenza dei nostri rivali, Mercedes e Ferrari, il prossimo anno,” ha così dichiarato Marko ai nostri colleghi olandesi di Motorsport.com.

Abbiamo lavorato moltissimo in fabbrica ed i dati che abbiamo sul prossimo anno ci rendono positivi. Aspettiamo il 2020 e si vedrà. Tuttavia, non conosciamo ancora le regole per il 2021″.

“Credo che Honda stia facendo un lavoro fantastico. Sappiamo che ci sono stati dei problemi importanti di affidabilità e questo era un tema che li preoccupava. Ma finora non abbiamo avuto problemi con il motore in questa stagione. Stanno facendo bene. Stiamo convinti di poter essere il terzo team in lotta per il prossimo anno,” ha poi aggiunto il consulente della Red Bull.

In conclusione, Marko spiega che questo miglioramenti che notiamo, sono dovuti al grande lavoro di Honda ed alla strategia adottata in questa stagione per quanto riguarda l’evoluzione del motore: “In generale, non abbiamo avuto problemi di affidabilità del motore, tant’è che erano stati pianificati di usare ulteriori motori in questa stagione. L’aumento di potenza, giustificato dal fatto che montiamo un motore nuovo, che ha portato ad ottenere delle penalità”.

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close