2019DichiarazioniFormula 1

Montezemolo: cartellino giallo contro Leclerc

L’ex boss della scuderia italiana ha riconosciuto il talento inequivocabile del monegasco, criticando però il comportamento avuto nel corso degli ultimi Gran Premi

Il rapporto tra i due piloti Ferrari ha fatto non poco discutere, tanto da tirare in ballo anche le opinioni di chi la scuderia di Maranello l’ha vissuta a stretto contatto.

Di chi stiamo parlando? Di Luca Cordero di Montezemolo, che proprio dopo il Gran Premio di Russia ha rotto il silenzio sul comportamento e sul rapporto tra Charles Leclerc e Sebastian Vettel.

La questione è ormai nota a tutti. Secondo gli ordini di scuderie dati prima dell’inizio della gara, Vettel avrebbe dovuto superare il compagno di squadra per poi concedergli l’intera scia, in modo da avvantaggiarlo alla conquista dell’ennesima vittori consecutiva.

Un ordine di scuderia che, però, non è stato affatto rispettato e ha portato Montezemolo indietro nel tempo, a quel famoso episodio durante il Gran Premio d’Austria del 2002.

Stesso episodio, campioni diversi

Diciassette anni fa, sul circuito austriaco, Rubens Barrichello e Michael Schumacher sono stati protagonisti di una vicenda molto simile. In quel caso, il pilota brasiliano ha lasciato strada al campione tedesco, anche in quel caso suscitando non poche polemiche.

Ti assicuro che se venissi nel mio ufficio lamentandoti in quel modo, sentiresti molto più di poche semplici parole. Mi ricordo ancora quella lotta con Barrichello, a cui abbiamo detto di lasciar passare Michael, ed era molto arrabbiato. Gli avevo detto di fare come avevamo deciso. E così è stato”.

In un’intervista rilasciata ai microfoni del Corriere dello Sport, Montezemolo ha espresso parole di elogio nei confronti del campioncino monegasco, anche se il comportamento di Leclerc non gli è andato del tutto a genio.

Molte persone, oggi, scrivono frasi e sentenze senza conoscere il mondo della Formula 1. Spesso mi chiedono di comparare un pilota a un altro, Schumacher con Lauda e così va. Ma parliamo di generazioni e Leclerc è il migliore della sua”.

Ritorno di fiamma tra Ferrari e Montezemolo?

Come ormai va di moda fare, all’ex boss di casa Ferrari è stato chiesto di esprimere un’opinione anche su un suo eventuale ritorno a Maranello. A tal proposito, infatti, il suo arrivo avrebbe significato per molti la chiave di volta per far cadere il dominio Mercedes.

Un’affermazione forse esagerata, ma si sa che il mondo della Formula 1 ben si presta a speculazioni e dicerie. Conscio di come funzionano le cose all’interno del circus, lo stesso Montezemolo ha però deciso di restare al gioco, dichiarando: “Probabilmente sarebbe l’unica soluzione per tornare a vincere un Mondiale di Formula 1”.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close