DichiarazioniFormula 1

La McLaren tesse le lodi della sua giovane line-up di piloti

Il team di Woking riconosce il lavoro svolto da Sainz e Norris, considerandoli di alto livello, oltre a sottolinearne con orgoglio la velocità

Il CEO della McLaren, Andreas Seidl ha lodato i suoi piloti, Carlos Sainz e Lando Norris, evidenziandone la velocità e il loro rapido adattamento al team di Woking

Lando Norris ha debuttato in Formula 1 in questa stagione come secondo classificato in Formula 2, esattamente dietro a George Russell, mentre Carlos Sainz si è unito alla McLaren per continuare il suo quinto anno nella prima categoria, dopo essere stato in Toro Rosso e Renault. Il processo di ristrutturazione nella squadra britannica ha portato nuovi volti. Tra questi, quello di Andreas Seidl e James Key, per esempio. Il tedesco è felice dei suoi piloti, non potrebbe essere altrimenti, dopo una stagione soddisfacente.

“Quando analizzo i risultati nelle qualifiche, mi rendo conto che avere un 11-10 è una cosa davvero grandiosa perché conferma semplicemente non solo, che abbiamo due piloti di alto livello, ma anche molto veloci. Per quanto riguarda Carlos Sainz, la situazione era un po’ diversa. Si, era nuovo nel team, ma potevamo vedere che aveva già avuto qualche esperienza con altre squadre ha così affermato il CEO a riguardo.

SEIDL: “DARE UNA DIREZIONE CHIARA AI PILOTI E’ STATO IMPORTANTE”

“E’ stato dunque molto importante dal primo test dell’anno scorso aiutare sviluppare la vettura nel migliore dei modi e ciò è stato possibile solo con l’aiuto degli ingegneri, per dare una direzione chiara ai piloti”,  ha così aggiunto il Team Principal, che ha poi elogiato la costanza di Carlos Sainz.

Quest’ultimo è stato in grado di mantenere un livello molto alto per tutta la stagione, il che gli ha permesso di conquistare un meritevole sesto posto nel Mondiale Piloti. “E’ semplicemente stato lì per tutta la stagione, sia nelle classifiche che nelle gare , e il risultato si vede nella quantità di punti che ha raggiunto”, ha dichiarato Andreas Seidl per concludere.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button