Formula 1Gran Premio Monaco

La FIA ha ispezionato la Red Bull di Verstappen dopo il GP di Monaco

La Red Bull di Verstappen è stata selezionata dalla FIA per un ispezione tra le prime 10 che hanno tagliato il traguardo nel GP di Monaco

La FIA ha comunicato che al termine del GP di Monaco ha effettuato un’ispezione approfondita della Red Bull di Max Verstappen

Dopo l’ispezione la FIA ha comunicato di non aver trovato nulla di anomalo o di non regolare sulla Red Bull del leader del campionato costruttori Max Verstappen, poiché tutte le componenti revisionate al termine del GP di Monaco erano conformi al regolamento tecnico vigente, dunque non hanno controllato la flessibilità dell’ala posteriore.

Questa verifica è avvenuta in maniera random al termine di una selezione casuale della Federazione così come avviene al termine di ogni Gran Premio con tutte le auto che concludono la gara all’interno della top-10. Nonostante i controlli approfonditi sulla RB16B non è stata controllata la flessibilità dell’ala posteriore al centro di polemiche da parte di Mercedes e proprio di Red Bull, con la Federazione che introdurrà nuovi test specifici in occasione del weekend francese.

Con un comunicato sempre la FIA ha comunicato che i suoi tecnici a Monaco hanno ispezionato il montaggio dei pedali, la pompa del freno anteriore, la posizione del pedale dell’acceleratore, gli ammortizzatori, la cellula di sopravvivenza, i sensori e le connessioni con la centralina elettronica e altre unità. Tutte componenti che sono risultate conformi ai requisiti stabiliti dal regolamento tecnico della Formula 1.

La Red Bull era già stata scelta come auto da ispezionare anche al termine del Gran Premio di Spagna, quando allora ad essere ispezionata fu la RB16B di Sergio Perez, soffermandosi però solo sul sistema di alimentazione e dei suoi sensori.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.