DichiarazioniFormula 1

Hamilton: “Quella con il Covid una delle settimane più difficili”

L’inglese con un post ha descritto la settimana appena passata come tra le più dure da tempo. Ma ha anche voluto inviare un messaggio positivo dichiarando la sua volontà di correre l’ultimo GP dell’anno

Tramite un post sui social Lewis Hamilton è tornato a parlare per la prima volta dall’annuncio in cui dichiarò di aver contratto il coronavirus  

Il lunedì subito dopo il GP del Bahrain Lewis Hamilton aveva comunicato di essere positivo al Covid-19. Così George Russell ha avuto la possibilità di sostituire l’inglese nel secondo appuntamento bahreinita facendo il suo esordio nella Mercedes W11. In quest’ultima settimana l’inglese è rimasto in silenzio senza proferire parole sulle sue condizioni. Durante il weekend del GP di Sakhir solo Toto Wolff si era esposto dicendo come il sette volte campione del mondo non stesse “alla grande”. 

Con un post sui suoi canali social Hamilton ha descritto la settimana trascorsa come “una delle più difficili che ho avuto da un po’ di tempo“. L’inglese ha continuando dicendo di essersi concertato solo sul recupero per tornare in macchina e correre l’ultima gara ad Abu Dhabi. “Finalmente oggi mi sono sono svegliato sentendomi bene e ho fatto il primo allenamento. Volevo inviarvi un messaggio positivo e ringraziarvi per tutti quelli fantastici che ho ricevuto“, ha concluso.

 

HAMILTON AD ABU DHABI?

Il pilota britannico sta facendo tutto il possibile per cercare di tornare per l’ultimo GP della stagione. Ovviamente questo dipenderà dall’esito dei test in Bahrein: infatti attualmente serve più di un tampone negativo per poter volare negli Emirati Arabi. A questo si dovrebbero aggiungere anche le quarantotto ore di isolamento, arrivati ad Abu Dhabi, prima si poter entrare nel paddock della Formula 1.

Quella del GP di Sakhir è stata la prima gara che Hamilton è stato costretto a saltare da quando nel 2007 è entrato in Formula 1. E per non essere obbligato a perdere anche la prossima devono combaciare una serie di fattori, a cui si dovrebbe sommare un permesso speciale. Proprio per questo la Mercedes sta continuando a pensare a un piano B che vedrebbe Russell (con più probabilità) o Vandoorne al volante della W11. 

Pubblicità

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.