DichiarazioniFormula 1

Hamilton attacca Pirelli per le sue mescole

Il pilota della Mercedes e sei volta campione del mondo di Formula 1, non è soddisfatto del lavoro svolto da Pirelli con i pneumatici

Lewis Hamilton ha espresso le sue frustrazioni con le gomme Pirelli 2020 dopo aver concluso i test pre-stagionali a Barcellona, ​​ritenendo che le pressioni siano eccessive.

Il piano iniziale di Pirelli per questa stagione prevedeva l’introduzione di una nuovissima gamma di mescole, progettata per far fronte alla crescente quantità di carico aerodinamico generata dall’attuale raccolto di automobili della F1, ma i team e i piloti, tra cui Lewis Hamilton, erano tutt’altro che soddisfatti del nuovo pneumatico che hanno sperimentato durante i test lo scorso anno.

LE GOMME 2019

Il rifiuto unanime ha costretto Pirelli a mantenere le specifiche della scorsa stagione, ma che utilizza pressioni più elevate: “Hanno portato gli pneumatici 2020, che erano peggio“, ha spiegato Hamilton, riferendosi al prodotto iniziale Pirelli del 2020. “È più facile per noi passare un’altra stagione con gli stessi pneumatici. Il fatto che li gonfino di più non è eccezionale perché sembravano buoni l’anno scorso, ma quest’anno lo sono decisamente troppo”.

Penso che dobbiamo solo assicurarci di voler sempre lavorare con la migliore tecnologia, i migliori partner tecnologici che avanzano. Continueremo a spingerli per cercare di fare meglio, e queste gomme andranno bene per quest’anno”, così conclude il suo pensiero il pilota della Mercedes.

IL 2021

La Formula 1 è a un anno dall’attuazione di una nuova serie di regolamenti destinati a migliorare lo spettacolo. Ma Hamilton insiste sul fatto che le gomme non dovrebbero essere escluse da tale cambiamento: “Riduciamo l’aerodinamica e dateci gomme migliori. Questa è una linea molto, molto importante: abbiamo bisogno di pneumatici migliori. Abbiamo parlato per anni e anni e anni e anni di degrado delle gomme, degrado termico e ci siamo seduti nella sala riunioni con Pirelli in Brasile e non avevano mai sentito parlare del degrado termico. Hanno detto: ‘Questa è la prima ne abbiamo sentito parlare!”.

L’OBIETTIVO

L’anno scorso, la FIA ha rilasciato in un comunicato, l’obiettivo a Pirelli per il 2020 in cui l’organo di governo ha delineato i criteri e il mandato che Pirelli dovrebbe seguire per l’elaborazione dei suoi composti. Hamilton ha suggerito che Pirelli forse non è stata la sola parte responsabile delle caratteristiche degli pneumatici di quest’anno:

“Stiamo cercando di comunicare meglio con loro. La lettera obiettivo, non so chi l’abbia scritta quest’anno, ma ovviamente non hanno fatto un buon lavoro per le gomme 2020. Ma spero per il 2021 di avere un obiettivo migliore o che sia in grado di essere raggiunto o che il produttore sia in grado di raggiungere”.

Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button