Formula 1Gran Premio Australia

Gran Premio d’Australia: per i piloti sarà obbligatorio il vaccino

Lo ha specificato il direttore dell’Australian Grand Prix Corporation, Andrew Westacott

La Formula 1 si appresta a tornare a correre a Melbourne per la prima volta dal 2019, dopo il weekend fantasma del 2020

Nelle ultime due settimane le disavventure di Novak Djokovic in terra australiana hanno catturato l’attenzione dei media di tutto il globo. Dopo una lunga sequenza di ribaltamenti di fronte, il numero uno del tennis mondiale è stato espulso dal paese perché non vaccinato. A meno di tre mesi dall’inizio della stagione 2022 di Formula 1, ha parlato Andrew Westacott, direttore dell’Australian Gran Prix Corporation. Per partecipare al Gran Premio d’Australia sarà obbligatorio il vaccino.

IN AUSTRALIA SENZA VACCINO NON SI ENTRA

Westacott si è innanzitutto espresso sulla vicenda Djokovic: “È stata una storia di enorme risonanza, che ha interessato tutto il mondo. Ogni giornalista sportivo ne ha parlato, tutti gli appassionati di sport hanno seguito gli sviluppi. Questo, naturalmente, ha posto Melbourne e il problema dei non vaccinati al centro dell’attenzione“. Gli organizzatori dell’Australian Open avevano concesso al tennista serbo un’esenzione medica per giocare il torneo, in contrasto con la legge federale, che vieta ai non vaccinati di entrare nel paese. Dopo due revoche del visto e altrettante udienze, ha prevalso la linea di espulsione propugnata dal governo.

Una brutta storia, poco edificante per tutte le parti coinvolte, che Westacott vuole assicurarsi di non emulare. La soluzione sta nella chiarezza dei regolamenti: “È requisito necessario per lo sport e per i relativi spostamenti che vengano rispettate le norme d’ingresso nel paese. Tale conformità dovrà valere sia per l’entrata in Australia che per l’accesso alla città di Melbourne”. Il messaggio di Westacott è di facile interpretazione: per partecipare al Gran Premio d’Australia, ai componenti dei team di Formula 1 servirà il vaccino. Tenendo presente questa semplice regola, dovrebbe essere scongiurato il rischio di nuove incomprensioni tra enti statali e governo federale. Appuntamento dunque al 10 aprile, per il via della gara.

 

Alessandro Bargiacchi

Sono toscano doc, nato a Firenze nel 1992. Adesso vivo in Casentino. Ho una laurea triennale in scienze politiche e una magistrale in semiotica. Adoro la musica e il teatro, così come lo sport, e a queste passioni cerco di dedicare tutto l'impegno e il tempo possibile. I miei primi ricordi legati a un Gran Premio 1 risalgono a Silverstone 1999, alle immagini sbiadite di Schumacher che colpisce violentemente le barriere di protezione. Negli anni, crescendo e cominciando a capire un po' meglio come funziona una gara automobilistica, sono diventato un vero appassionato di Formula 1, con un sincero amore sportivo nei confronti di Kimi Räikkönen, che ho avuto la fortuna di tifare per 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.