Formula 1Gran Premio Spagna

GP Spagna, Norris: “Sono partito male”

Partito dalla pole position, il pilota della McLaren non è riuscito a conquistare il gradino più alto del podio, dovendo alzare bandiera bianca e lasciando la vittoria a Max Verstappen

Le aspettative erano molto alte, ma Norris non è riuscito a conquistare la seconda vittoria in carriera, dovendosi arrendere a Max Verstappen

Non si può dire che sia stato un weekend noioso quello di Lando Norris sul circuito del GP di Spagna. Il pilota della McLaren ha dato prova, nuovamente, della crescita che lui e il team stanno affrontando in questa fase di stagione. Tuttavia, nonostante i sorpassi spettacolari, Norris non è riuscito ad agguantare la seconda vittoria in carriera: del resto si sa, per battere Verstappen è necessario fare tutto in modo perfetto e per Norris oggi, non è andata così.

Il pilota della McLaren è stato autore comunque di una gara solida e consistente, con però qualche piccola sbavatura, come un pit stop un po’ troppo ritardato e non tanto veloce quanto avrebbe dovuto. Tuttavia, la scuderia di Woking non può certamente dirsi del tutto delusa dalla gara del GP di Spagna, durante la quale la monoposto color papaya è stata più volte indicata come monoposto più performante in pista. Senz’altro, nonostante il risultato odierno, in vista dei prossimi weekend si alzano le aspettative per Norris, che oggi ha chiuso a soli due secondi dal campione del mondo in carica.

LA DELUSIONE NELLE PAROLE DI NORRIS

Intervistato al termine del GP di Spagna, Norris è apparso evidentemente poco soddisfatto del risultato. “Non potevo, dovevo vincere“, ha sottolineato ai microfoni di David Coulthard. “Sono partito male, è chiaro e semplice. La macchina oggi era incredibile, credo fossimo i più veloci. Però non sono partito bene, anche se ci sono tanti lati positivi dopo questa gara. Devo ringraziare il team per la macchina fantastica che mi hanno dato“.

Interrogatosi su che cosa sia andato storto in partenza, Norris non ha saputo darsi una risposta chiara e dovrà sicuramente approfondire. “Non so bene cosa ho sbagliato in partenza, se sono stato troppo lento. Mi sono trovato Max all’esterno e poi Russell, che mi ha colto di sorpresa“, ha proseguito, dicendosi però motivato in vista del prossimo weekend, quando si correrà in Austria. “L’Austria è sempre stata una delle mie piste preferite in termini di prestazione, quindi sono entusiasta e non vedo l’ora di correre. Stiamo andando a gonfie vele quindi vediamo cosa ci riserverà il prossimo weekend“.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio