Formula 1Gran Premio Russia

GP Russia, FP1: Bottas inarrestabile, Ricciardo sottotono

Si aprono le danze sul weekend a Sochi con la prima sessione di prove libere. A dominare nella prima volta in pista per questo fine settimana è Bottas seguito da Hamilton e Vetstappen

Primo giorno in pista nel weekend dedicato al GP di Russia e troviamo sul podio delle prove Bottas, Hamilton e Verstappen

Comincia, dopo una settimana di pausa, il GP di Russia con le prime FP1. Oggi i team e i piloti scendono in pista per provare per la prima volta le configurazioni adatte a questa pista. Ricordiamo che ci siamo lasciati con l’eclatante incidente tra Hamilton e Verstappen, che dovrà scontare una penalità in griglia di tre posizioni. Parte penalizzato per il cambio di power unit anche il monegasco della Ferrari, Charles Leclerc. Meteo imprevedibile a Sochi e ciò si riversa anche sulla scelta delle mescole utilizzate. Infatti notiamo che diversi piloti scelgono la mescola rossa proprio in previsione delle piogge per la giornata di qualifiche domani sabato 25 settembre.

Già dai primi minuti Hamilton segna il primo tempo, seguito dal pilota Red Bull Perez e Leclerc. Poco dopo la fine del giro di Hamilton, Valtteri Bottas, vincitore dell’ultima edizione del GP di Sochi, scavalca l’inglese, ma venendo a sua volta superato da Leclerc, che segna il primo tempo. Ottimo quindi il tempo del ferrarista con una power unit tutta nuova in ognuno dei suoi elementi. Cambiamento che purtroppo lo farà partire dal fondo della griglia. Verstappen scende più tardi rispetto ai suoi avversari, montando una mescola rossa, probabilmente a causa della pioggia certa di domani durante le qualifiche, e chiude solamente settimo.

Nei primi minuti di prove ottimi i tempi anche delle due Alpine, con Ocon e Alonso sempre presenti nella top 10. Mentre sorprende anche Sebastian Vettel, con mescola gialla, che nel primo quarto d’ora rientra costantemente nei primi sei. Gasly e l‘AlphaTauri non sembrano in forma neanche questo fine settimana. Entrambi i piloti vestiti di bianco sono fuori dai primi dieci, chiudendo Gasly dodicesimo e Tsunoda solo sedicesimo.

A MEZZ’ORA DALLA FINE, BOTTAS DOMINA

Mezz’ora dalla fine delle prove, Bottas chiude con il primo tempo davanti ai suoi rivali Verstappen ed Hamilton, montando le gomme rosse. Eccellenti i tempi di Leclerc e Norris, mentre i loro compagni, Sainz e Ricciardo, chiudono la top 10 rispettivamente decimo e nono. A metà sessione la top 10 è composta da: Bottas, Hamilton, Bottas, Leclerc, Verstappen, Norris, Alonso, Ocon, Vettel, Ricciardo e Sainz.

Al ventinovesimo minuto Gasly ribalta la situazione e si posiziona in quinta posizione tra Verstappen e Norris. Tsunoda rimane nelle retrovie davanti agli ultimi due, i piloti della Haas Schumacher e Mazepin. Comincia in forma il weekend di Russell e della sua Williams, che chiude la prima metà delle prove in tredicesima posizione. Sottotono invece si trova Sergio Perez che non rientra in top ten dai primi giri. 

FINE PRIMA SESSIONE LIBERE, VERSTAPPEN SI FERMA

Ultimi quindici minuti qui al GP di Russia delle FP1, che chiudono l’inizio di questo fine settimana a Sochi. Inarrestabile Bottas che continua a segnare il primo tempo e dietro di lui la situazione resta invariata. Super Vettel che alla fine di questa sessione si trova quinto dietro a Leclerc con un’ottima simulazione del passo gara, mentre sottotono Ricciardo che chiude tredicesimo a dieci minuti dalla fine.

Si chiude dunque la prima sessione di libere in cui il re di Sochi, Valtteri Bottas, si trova in testa alla classifica. Plot twist di Max Verstappen che a due minuti dalla fine ritorna ai box, dopo solo tredici giri in pista. Probabilmente problemi al fondo della Red Bull dell’olandese che dunque potrà addirittura cambiare la power unit partendo dal fondo della pista. Chiude tuttavia terzo alle spalle di Hamilton, ma davanti ad un ottimo Leclerc. Quinto Vettel, seguito da Gasly, Sainz, Norris, Perez e Alonso. Si chiude così la top ten. Solo undicesimo Ocon, seguito da Stroll, Giovinazzi, Ricciardo, Raikkonen, Tsunoda, Russell, Latifi ed infine Schumacher e Mazepin.

Maria Sole Caporro

Sono Maria Sole, romana e romanista, laureata in lingue e letterature. Sono da sempre appassionata di motori da quando fin dalla tenera età non potevo andare al mare la domenica perché i miei genitori dovevano vedere il GP. Cresciuta a pane e formula 1 con contorno di letteratura, sono qui per coniugare la mia voglia ed esigenza di scrivere e la passione per le monoposto.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.