DichiarazioniFormula 1Gran Premio Portogallo

GP Portogallo: la decisione arriverà entro la fine di febbraio

La Formula 1 potrebbe tornare a Portimao anche nel 2021, si attendono disposizioni ufficiali per fine febbraio

Il GP del Portogallo potrebbe occupare il terzo slot del calendario 2021, ma non ci sono ancora conferme

La stagione 2020 è stata in gran parte riorganizzata nel suo calendario, con l’entrata di circuiti storici come Imola, Nurburgring, Istanbul. Sembra che la stessa sorte toccherà anche al calendario della stagione 2021, che aveva già uno slot libero con la rimozione del GP del Vietnam causa vicende giudiziarie. Il rinvio del GP di apertura, quello di Australia, ha già posticipato l’inizio di stagione. La tappa in Cina, invece, è stata tolta dal calendario ufficiale. Il secondo round sarà il GP dell’Emilia Romagna, il terzo round, probabilmente sarà il GP del Portogallo, ma la decisione definitiva arriverà entro fine febbraio. 

Di certo, è un’occasione ghiotta per il Portogallo. Paese che non solo nel 2020 è tornato ad ospitare il Circus dal 1996, ma, con grande probabilità, avrà la possibilità di ripetere l’evento per questa stagione. Il presidente della Federazione portoghese di automobili e kart (FPAK), Ni Amorim, ha dichiarato all’agenzia Lusa che i colloqui per il ritorno del GP del Portogallo erano in una fase avanzata e dipendevano dal governo. Inoltre, si è parlato anche di prospettive riguardo la presenza di pubblico.

LE PAROLE DI AMORIM

Il Gran Premio svoltosi a Portimao nel 2020 è stato un ritorno straordinario, e ci piacerebbe anche una tappa nel 2021. Bisogna tenere presente, però, che quella attuale è una situazione diversa e per il governo potrebbero esserci priorità più urgenti. In ogni caso, sono molto ottimista a riguardo, mi aspetto una decisione per il GP di Portogallo entro la fine di febbraio”, ha affermato Amorim. 

Amorim ha parlato anche al quotidiano portoghese Expresso: “Ripeto, sono un moderato ottimista. A maggio possiamo essere in grado di ospitare la gara, anche perché qui le vaccinazioni contro il Covid-19 avvengono quotidianamente. Tutto può cambiare, è una situazione mutevole. In tre o quattro mesi possiamo avere una situazione completamente diversa da quella che abbiamo adesso. Se sarà così, saremo in grado di ospitare il Gran Premio del Portogallo“.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.