Formula 1Gran Premio Monaco

GP Monaco, Verstappen: “Mi sentivo a mio agio, peccato!”

Sul circuito di Monte Carlo probabilmente avrebbe firmato una nuova pole position, sfuggitagli dalle mani a causa della bandiera rossa

Un colpo di scena nel finale e l’olandese ha visto sfumare il desiderio di partire davanti a tutti; domani, però, si prospettano scintille in pista

Una bandiera rossa a due minuti dalla fine delle qualifiche, è qualcosa che non ti aspetti. O meglio: sai che può succedere, soprattutto se si tratta del weekend del GP di Monaco, ma non ti aspetti che accada davvero. E Max Verstappen, probabilmente, proprio non l’aveva messo in preventivo. L’olandese della Red Bull aveva un ottimo ritmo sulla pista di Monte Carlo e probabilmente sarebbe stato davanti a tutti. Ma l’incidente di Charles Leclerc ha infranto i suoi tentativi, bloccandolo in seconda posizione.

La scuderia austriaca aveva pensato alla strategia migliore per affrontare la qualifica di oggi: due giri, di cui il secondo avrebbe dovuto essere il più veloce. E stava andando tutto bene, finché il monegasco della Ferrari non è andato a muro: e si sa, in un circuito come quello di Monte Carlo è impossibile continuare a far girare le altre monoposto in completa sicurezza.

BEFFA DA BANDIERA ROSSA

Anche se ancora non si conoscono i danni sulla monoposto del monegasco e i conseguenti interventi che la Ferrari dovrà apportare sulla vettura, domani Verstappen partirà dalla seconda posizione. Il GP di Monaco non lascia molto spazio di manovra in termini di sorpassi, quindi tutto dovrà giocarsi su partenza e strategia. La stessa, quest’ultima, che gli uomini della Red Bull pensavano di aver azzeccato nel corso delle qualifiche odierne.

È stato un peccato per la bandiera rossa. Mi sentivo a mio agio durante le qualifiche. Nessuno aveva fatto il tempo migliore nel primo tentativo, perché avevamo pianificato così: fare due giri, e il secondo avrebbe dovuto essere il più veloce. Purtroppo la bandiera rossa ci ha rovinato la possibilità di fare la pole. Nonostante tutto, credo che finora sia stato un ottimo weekend: abbiamo recuperato bene da giovedì a oggi“.

Secondo Verstappen, tuttavia, l’ultima parola sul GP di Monaco non è ancora stata scritta. Di per sé il circuito di Monte Carlo lascia spazio a numerose sorprese, senza poi contare che a scattare l’uno accanto all’altro domani saranno proprio due eterni rivali come lui e Charles Leclerc. Di conseguenza, quella che si prospetta domani è una gara interessante, durante la quale non mancheranno certo altri colpi di scena.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.