Formula 1Pagelle di Formula 1Trending Stories

GP Miami, pagelle: Lando Norris sbanca in USA

La prima vittoria non si “scorda” mai , ma vediamo insieme cosa è successo nell’attesissimo GP degli Stati Uniti

Celebrità e non solo, il GP di Miami raccoglie i frutti del puro spettacolo regalando a Norris la prima vittoria di stagione, ma vediamo chi sono i promossi e i bocciati delle pagelle.

L’amato e tanto criticato GP di Miami giunge al termine, regalando agli appassionati un colpo di scena: il capolista delle pagelle è infatti il pilota inglese della McLaren. Il weekend negli Stati Uniti è stato un travaglio di emozioni per tutti, sopratutto per la squadra inglese che ha lavorato duramente per tutta la sua durata. Come ben si sa, il risultato della domenica è frutto di un lavoro più ampio fatto durante tutto l’arco del weekend. Per questo, oggi tiriamo le somme grazie alle pagelle, chi è stato il pilota a mettersi maggiormente in evidenza ?

I promossi di questo weekend

In via del tutto eccezionale, oggi partiamo da una capolista speciale: la McLaren. Sebbene la sua vittoria non suscita stupore, a suscitarla è il piuttosto il primo traguardo per Landò Norris. Sebbene qualche errore commesso nelle sessioni di pista precedenti, il lavoro della guida tecnica di Andrea Stella ha finalmente raccolto i suoi frutti. Una vittoria sentita e celebrata anche dai suoi avversari, il pilota della McLaren si porta a casa un bel 10.

A celebrare sul gradino più basso del podio, è invece Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari scende in pista consegnando una prestazione concreta e concludendo il weekend ricordando a tutti la grande forza di Ferrari. Il cavallino rampante si presenta sempre di più come la seconda forza presente in pista,  confermando la sua affidabilità e la sua competitività nel campionato costruttori. Un ottimo progetto , che se nutrito con la giusta tenacia potrebbe regalarci altri frutti in futuro. Tralasciando la forza-squadra , il monegasco ha buon manico portando a casa un bell’8.

Menzione d’obbligo per via della sua posizione in classifica. Max Verstappen passa il GP di Miami con appena un appena un 6, grazie a una vettura che raramente regala colpi di scena. L’opera di Newey si è rivelata essere una fortezza stabile, ma non impenetrabile. Questa volta l’olandese della Red Bull è costretto ad accontentarsi di un secondo posto, alle spalle di una McLaren impeccabile. Cosa potrebbe accadere nei prossimi appuntamenti ? La Red Bull sembra stia perdendo magicamente i suoi poteri.

I bocciati del GP di Miami

Come citato ampiamente nel paragrafo precedente, sembra che la Red Bull stia perdendo i suoi colpi. A confermarlo sono le scarse doti di Perez nel saper gestire la situazione. Una partenza avuta con troppo entusiasmo che ha scatenato una carambola omicida. Dopo la situazione iniziale, non ci sono progressi e il messicano si assesta nelle retrovie lasciando l’amaro in bocca ai numerosi fan messicani riuniti a Miami. Il secondo pilota della Red. Il torna a casa con un sonoro 5.

Menzione d’eccezione per il pilota della Haas, che grazie al suo stile di guida si guadagna l’inimicizia dei suoi colleghi. Dalle qualifiche alla Sprint, il pilota della scuderia americana mette in scena l’ennesima Caporetto per la squadra. Un rapporto che tuttavia potrebbe presto cessare per la mancanza di risultati ottenuti in questi gran premi. Il pilota Danese chiude le pagelle del GP di Miami con un sonoro 3.

Vittoria Vocino

Nata nel 2002, studentessa di Comunicazione e Giornalismo, contraddistinta da attitudine propositiva e sempre aperta alle sfide, con una proiezione professionale verso il mondo del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio