Formula 1Gran Premio Messico

GP Messico, Mercedes: “Buona prestazione nonostante le impervie di questo circuito”

In una seconda sessione contraddistinta dai test pneumatici Pirelli 2023, la Mercedes si prende la scena con Russell

Insolita sessione da 90 minuti, dove a girare su pneumatici regolari sono solo in quattro, tra i quali George Russell, che si conquista la testa della classifica delle FP2 del GP del Messico. Oggi, sabato, ore 22 italiane, tutti pronti per le terzultime qualifiche dell’anno.

Tornati all’azione anche in Messico, finalmente, il venerdì di prove libere ci ha regalato numerose informazioni. Con la prima sessione, dove molti top drivers hanno lasciato il posto ai nuovi giovani talenti, e la seconda, estesa a 90 minuti di attività, in cui la maggior parte dei piloti in griglia – 16 su 20 per l’esattezza – montava gli pneumatici da test Pirelli 2023, di attività non ne è certo mancata. E mentre in molti si concentravano sulle sensazioni delle nuove gomme, Russell a bordo di Mercedes si è conquistato la prima posizione nelle FP2, dimostrando una velocità ed un passo non indifferenti.

La W13, ha infatti regalato performance interessanti, che all’Autódromo Hermanos Rodríguez valgono – per così dire -ancora di più, considerando il contesto di questo circuito. Ricordiamo, infatti, come il tracciato messicano metta in difficoltà le varie monoposto per quel che riguarda il raffreddamento, essendo situato ad un altitudine per superiore alla norma. Pertanto, la densità dell’aria rappresenta una vera e propria sfida per team e piloti.

Dichiarazioni Russell

Le parole di chi ha dominato una delle due classifiche al venerdì sono molto rassicuranti e piene di speranza per un weekend positivo in casa Mercedes: “Questo è senza dubbio uno dei nostri migliori Venerdì dell’anno. La macchina la sento molto bene ed è piacevole da guidare in questo circuito. La difficoltà per le qualifiche sarà trovare la giusta finestra per gli pneumatici per farli lavorare al meglio.”

Per la gara, invece, dovremo stare attenti alla temperatura di motore e freni, questo circuito ci regala sempre sfide interessanti. Finire a podio è possibile questo weekend, ed è giusto provarci. Queste anomale FP2 non ci permettono di capire il passo gara dei nostri rivali e capire a che punto siamo in confronto, fatto sta che il lavoro sugli pneumatici 2023 è fondamentale. Da queste bervi sessioni abbiamo comunque raccolto molte importanti informazioni per il prossimo anno che ci permetteranno di lavorare al meglio. Questo weekend sarà senz’altro unico e pieno di colpi di scena, ma cercheremo di tratte il meglio dalla nostra W13

Dichiarazioni Hamilton

Avendo avuto la possibilità di assistere ad entrambe le sessioni, Lewis Hamilton commenta così il suo venerdì: “Ho avuto nel complesso due buone sessioni. Mi sono divertito a guidare questa monoposto in pista, giro dopo giro, e abbiamo raccolto molti importanti dati. Difficile da dire dove saranno i nostri rivali, essendo che ognuno ha svolto programmi differenti. Io mi sono concentrato sul mio.

Gli pneumatici 2023 mi sembrano molto simili a quelli attuali, forse un po’ più consistenti sul passo gara e più semplici da gestire in termini di surriscaldamento. Presto da dire, chiaramente lavoreremo sodo durante la notte per portare domani in pista una monoposto in grado di battersi per le prime posizioni. Non sai mai come andrà questo weekend di gara, data l’imprevedibilità che ci ha sempre regalato, ma dobbiamo sfruttare questo momento positivo e puntare al podio.

Dichiarazioni De Vries

Parla, infine, anche Nick De Vries, prossimo pilota Alpha Tauri che in questa stagione ha assaggiato diverse monoposto in griglia. Ieri [venerdì] è infatti salito sull’ennesima diversa vettura, la W13 di Russell, che ha condotto nelle prime FP, concludendo, però, solamente 18esimo. “Mi sono goduto la sessione, e sono soddisfatto di queste FP1. Avevamo un programma diverso da seguire, più improntato agli sviluppi 2023, e posso ritenermi soddisfatto. Mi sento sempre più a mio agio nell’ambiente Formula 1.

E’ stato anche un po’ emozionante, avendo oggi corso per l’ultima volta per il team Mercedes, che tanto ha fatto per me. Gli sono grato per tutte le opportunità che mi hanno dato, e la fiducia che hanno avuto in me. Adesso, non vedo l’ora di iniziare un nuovo capitolo della mia vita.

Gabriele Bonciani

Fiorentino, laureato in Economia e Turismo, grandissimo amante delle quattro ruote. Mi sono innamorato della Ferrari grazie a Vettel, che mi faceva urlare ed emozionare davanti allo schermo. Poter scrivere del mio sport preferito mi rende orgoglioso e voglio coltivare sempre più questa passione. Nella speranza di tornare a gioire al più presto... #essereFerrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button