Formula 1Gran Premio Italia

GP Italia, FP2: Hamilton domina, Sainz a muro

Seconda sessione di prove libere prima del secondo appuntamento con il nuovo format della qualifica sprint. A dominare è Sir Lewis

Seconda sessione di FP2 nell’attesa della sprint race al GP d’Italia. A dominare è la Mercedes di Hamilton. Sainz a muro

Nell’ultima sessione di prove libere a Monza si prova soprattutto il passo per la sprint qualifying. Quasi tutti i piloti, in apertura delle FP2 del GP d’Italia 2021 hanno infatti montato una mescola media o morbida per testare il livello di degrado, unico dato consultabile essendo già entrato in regime il parco chiuso. Simulazione interrotta a metà dalla bandiera rossa per lo scontro di Sainz sulla curva Ascari. A dettare il passo è Hamilton, seguito da Bottas e solamente in terza posizione Verstappen.

Differenza di carico per i due contendenti al campionato. Verstappen all’inizio della sessione sembra provare il carico per la gara sprint, segnando infatti un miglior tempo di Hamilton, che prova per il passo gara. Bottas invece sorprende e monta una mescola dura, che risulta essere ovviamente più lenta ma con maggiore durata, provando dunque anche lui il passo gara. Il finlandese ricordiamo che avrà una sanzione e che quindi partirà dal retro per aver cambiato la power unit. La Mercedes sembra quindi intenzionata a sfruttare queste prove soprattutto per la strategia di domenica.

Alla ripresa delle prove in seguito alla bandiera rossa Hamilton sembra provare il passo per la sprint qualifying, chiudendo primo subito dopo la ripresa. Per i due scudieri Bottas e Perez, entrambi con le soft grandi prestazioni e finiscono la sessione secondo e quarto. Verstappen finisce terzo con una mescola media e Hamilton, che prova alla fine una dura chiude definitivamente primo

FERRARI SFORTUNATA IN FORMA L’ALPINE E L’ALFA ROMEO.

Simulazione sfortunata per le due Ferrari che all’inizio delle prove montano entrambe la gomma rossa e Leclerc fa segnare un tempo discreto in 1:26:6 chiudendo in tredicesima posizione. Il suo compagno di squadra durante la prima parte termina leggermente avanti al monegasco in dodicesima posizione. Sainz tuttavia a metà sessione finisce a muro in un eclatante fuori pista sulla curva Ascari, provocando una bandiera rossa. Fortunatamente lo spagnolo non ha riportato ferite o lesioni. Fine prematura per Leclerc che torna al muretto cinque minuti prima della fine della sessione.

In forma l’Alfa Romeo che chiude con due ottime prestazione da parte dei due piloti Kubica, chiamato a sostituire Raikkonen e Giovinazzi. I due a bordo dell’Alfa Romeo segnano un eclatante sesto e settimo tempo. Cominciata bene ma finita non molto positivamente per l’AlphaTauri e alla fine della sessione i piloti in bianco finiscono nono Gasly ma purtoppo solo quindicesimo Tsunoda. Ottime prestazioni per l’Alpine con un grande Ocon che chiude in una strabiliante quinta posizione, davanti al suo compagno di squadra Alonso, che tuttavia segna un ottimo ottavo tempo.

LA CLASSIFICA FINALE AL TERMINE DELLE FP2

A pochi minuti dalla fine, con le due Ferrari fuori e un’ottima prestazione di Lewis Hamilton, a dominare è ancora il Sir della Mercedes seguito dal suo scudiero Bottas e il suo diretto rivale Verstappen. Solamente quarto Sergio Perez con la Red Bull, seguito da Ocon e un sorprendente Kubica al sesto posto. Seguito da Giovinazzi che segna un’altra piccola vittoria per l’Alfa Romeo chiudendo settimo. Non molto bene per le McLaren e le Aston Martin, soprattutto per Vettel che chiude diciottesimo alle spalle di Stroll e per Ricciardo che finisce la sessione dodicesimo dietro al ritirato Leclerc. 

https://twitter.com/F1/status/1436647204601700356

 

Maria Sole Caporro

Sono Maria Sole, romana e romanista, laureata in lingue e letterature. Sono da sempre appassionata di motori da quando fin dalla tenera età non potevo andare al mare la domenica perché i miei genitori dovevano vedere il GP. Cresciuta a pane e formula 1 con contorno di letteratura, sono qui per coniugare la mia voglia ed esigenza di scrivere e la passione per le monoposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio