2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Italia

GP Italia 2019, Bottas: “Speriamo di poter lottare”

Qualifiche difficili per Valtteri, concluse in seconda fila

Topics

Il finlandese partirà dalla terza posizione dopo aver rischiato di vedersi cancellare il giro veloce

Qualifiche non facili quelle del sabato di Monza, in particolare per Valtteri Bottas. Il finlandese aveva visto sventolare la bandiera rossa, esposta dopo il crash di Raikkonen in Parabolica, proprio mentre stava completando il suo primo giro cronometrato. Successivamente, gli è stato accreditato il terzo tempo, che alla fine gli è valso la seconda fila.

“Qualifiche sfortunate”

Penso di essere stato abbastanza sfortunato oggi (sabato, ndr) con la bandiera rossa nel finale del mio primo giro. Kimi è andato fuori e ho dovuto sollevare. In quel giro ero abbastanza vicino a Charles e Lewis, quindi sarebbe potuta essere una giornata ancora migliore per me”, ha analizzato il secondo pilota della Mercedes.

“Il Q3 è stato un po’ un pasticcio per tutti. Sono rimasto bloccato nel traffico ed era troppo tardi per raggiungere la linea per un secondo giro veloce. È un peccato, tutti noi avremmo voluto fare quel secondo giro e sono sicuro che anche tutti gli spettatori volevano vederlo. In generale, il ritmo è stato buono e lo sono soddisfatto della mia prestazione. Sono felice di essere proprio dietro alla prima fila; sappiamo tutti che è domani (domenica, ndr) il giorno che conta e partire nei primi tre regala sempre buone possibilità. Ieri (venerdì, ndr) il nostro ritmo sembrava buono, quindi speriamo di poter combattere con le Ferrari in gara, ha concluso il #77.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button