Formula 1Gran Premio Giappone

GP Giappone, Perez: “È una gran giornata per il team”

Il messicano completa l’ennesimo 1-2 per il team austriaco e regala al compagno il secondo titolo mondiale

Perez completa in modo perfetto il week-end nipponico, conclude il GP del Giappone in seconda posizione, regalando una doppietta alla RBR

Una gara perfetta quella di Sergio Perez, e della Red Bull. Il GP del Giappone si conclude con il secondo posto  per il messicano, conquistando la quinta doppietta della stagione, e il titolo mondiale nelle mani di Verstappen. Checo ha saputo sfruttare la precarietà su cui versava Leclerc riuscendo ad avvicinarsi al pilota della Ferrari. Grazie alla penalità inflitta al monegasco, a causa del taglio dell’ultima chicane, durante il giro finale, Perez ha conquistato la seconda posizione. Il messicano completa in ottimo modo la doppietta asiatica, vincente a Singapore e secondo durante questo GP. Se vincere aiuta a vincere, il messicano, la prossima stagione partirà carico per provare a togliere lo scettro di campione del mondo al compagno.

Perez, alla seconda ripartenza del GP del Giappone, ha mantenuto la terza posizione guadagnata grazie al ritiro di Sainz. Con l’inizio della girandola dei pit stop, il messicano, dopo aver montato gomme intermedie, esce dietro Leclerc e Schumacher. Dopo esser riuscito a recuperare la posizione di partenza, Checo, comincia a recuperare secondi sul monegasco, in grossa difficoltà. Perez instaura una lotta con il pilota  Ferrari, negli ultimi cinque minuti del Gran Premio. Dopo aver tentato il sorpasso svariate volte, alla fine dell’ultimo giro, Leclerc sbaglia nell’ultima chicane e venendo penalizzato regala a Perez la seconda piazza.

Le parole del messicano

Alle domande di rito dei giornalisti, Perez, ha risposto dicendo che: “Un grande risultato per noi, per la Honda e i nostri fan Giapponesi. È una grande giornata per il team, Max diventa campione del mondo. Dobbiamo continuare a lavorare fino alla fine della stagione“. Parlando della penalità di Leclerc spiega: “È stata una bella battaglia con Charles, credo abbia avuto un bloccaggio, e penso che la penalità sia una giusta decisione“.

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button