Formula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Emilia Romagna, annullato: la reazione dei piloti

Il weekend di Imola è stato annullato per il forte maltempo sta colpendo la regione. I piloti tramite i social hanno espresso un loro pensiero

Annullato il GP Emilia Romagna, in programma nel weekend per via del forte maltempo di questi giorni. Appresa la notizia, vediamo la reazione dei piloti

Il GP Emilia Romagna, in programma nel weekend a Imola non si farà, a causa del maltempo che si sta abbattendo da diversi giorni e nelle ultime ore.

Impressionanti anche le immagini dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari, che si stava preparando per ospitare la Formula 1, con la zona paddock letteralmente allagata dalla tanta acqua scesa e dal vicino fiume Santerno.

Appresa la notizia dell’annullamento del GP Emilia Romagna, il mondo della Formula 1 ha fin da subito mostrato la sua vicinanza alla regione e alle popolazioni colpite da questi eventi estremi. Le dieci Scuderie di Formula 1, ma anche i piloti, attraverso i loro profili social, hanno inviato i loro pensieri e messaggi di solidarietà.

Tra i primi a scrivere un messaggio, la Red Bull e i piloti Max Verstappen e Sergio Perez, attraverso i propri canali social.

“In seguito alla pesante pioggia che sta affliggendo il nord dell’Italia, supportiamo la decisione presa dalla Formula 1 di non procedere con il Gran Premio a Imola, questo fine settimana. La sicurezza di tutte le persone coinvolte e della regione è fondamentale e deve avere la priorità. I nostri pensieri sono con le persone colpite dalle inondazioni in corso e con le squadre di emergenza che stanno operando per il bene delle regione in questo momento difficile,” il comunicato di Red Bull.

“Max Verstappen e Verstappen.com supportano la decisione presa dalla Formula 1 e dalle autorità locali di cancellare il Gran Premio. I nostri pensieri sono per tutti coloro colpiti da pesanti piogge e alluvioni nella regione Emilia Romagna. Vi auguriamo tanta forza e sicurezza, per affrontare questo periodo,” il comunicato di Max Verstappen.

Sergio Perez: “Tutti i miei pensieri e preghiere con le persone della regione italiana dell’Emilia Romagna. Non correremo questo fine settimana, ma speriamo di poter tornare presto. Per favore, stai al sicuro!”

Da Maranello: “L’Emilia Romagna è la nostra terra…”

Anche i piloti della Scuderia Ferrari, Charles Leclerc e Carlos Sainz, hanno espresso un loro pensiero e messaggio di vicinanza. Il pilota monegasco ha commentato con un “Forza e coraggio ragazzi in questo difficile momento”.

Carlos Sainz, ha pubblicato un video messaggio, nel quale ha espresso tutta la sua solidarietà: La cancellazione del GP è un duro colpo. Ma la cosa più importante è che si possa aiutare tutta la gente che è stata evacuata, e che sta soffrendo questo clima estremo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Carlos Sainz (@carlossainz55)

Nelle ultime ore, è arrivato un comunicato della Scuderia Ferrari e di Frederic Vasseur, che si stava preparando per disputare il Gran Premio di casa: “Supportiamo pienamente la decisione di Formula 1 e FIA di cancellare il Gran Premio in programma a Imola. Anche se si tratta di una delle nostre gare di casa, e per questo è ancora più importante, la priorità in questo momento non può che essere la sicurezza di tutte le persone che vivono e lavorano nelle aree colpite dal maltempo”.

“A nome di tutta la Scuderia Ferrari voglio esprimere vicinanza a tutti coloro che sono stati colpiti da questa terribile tragedia. L’Emilia Romagna è la nostra terra e ci spezza il cuore vedere quello che i suoi abitanti devono fronteggiare in queste difficili ore”.

L’appello di Tsunoda: “Vi prego, fatte qualsiasi cosa per aiutare”

Faenza, località duramente colpita da questa tragedia, dove ha sede la Scuderia AlphaTauri, che fortunatamente non ha subito danni.
Yuki Tsunoda pilota giapponese, che da qualche tempo vive nelle vicinanze dello stabilimento, ha pubblicato mostrato alcune immagini del disastro e un appello: “Dopo un’orribile nottata, la città è pesantemente colpita: polvere, fango e odore di carburante ovunque”.
“Attualmente, le persone sono in difficoltà a trovare cibo, e in particolare un posto in cui stare, dopo che molti di loro sono stati evacuati dalle loro abitazioni. Per favore, fatte qualsiasi cosa che potete per aiutare. Sarebbe apprezzato. Non importa, quanto grande o piccola che sia la donazione!”

I piloti della Mercedes, Lewis Hamilton e George Russell hanno espresso un loro pensiero, anche tramite il canale ufficiale del team, con un video messaggio.

Lewis Hamilton sul suo profilo social: “Sperando che tutti in Emilia Romagna siano in grado di mettersi al sicuro e di guardarsi l’un l’altro in questo momento. I miei pensieri vanno verso coloro che sono stati colpiti da questa tragedia e gli incredibili servizi d’emergenza, che stanno lavorando in zona. Comprendiamo che la priorità è la sicurezza. Non vedo l’ora di vedervi alla prossima gara”.

I piloti del team Alpine, Esteban Ocon e Pierre Gasly hanno commentato l’annullamento del GP Emilia Romagna, con un loro pensiero e vicinanza alle persone colpite da questa tragedia.

Pierre Gasly: “Sono molto triste e mi dispiace di vedere l’attuale situazione in Emilia Romagna. I miei pensieri vanno a tutte le famiglie, e tifosi colpiti. Mi piace correre a Imola, spero di poter tornare presto. Forza e coraggio e state sicuri!”

Esteban Ocon: “I miei pensieri vanno a tutte le persone dell’Emilia Romagna, colpita dalle forti piogge e dagli allagamenti. Dispiace di non poter correre di fronte agli incredibili tifosi italiani questo fine settimana, ma la priorità assoluta va alla sicurezza di chi è a terra e i servizi di emergenza che aiutano coraggiosamente chi ne ha bisogno”.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio