Gran Premio Cina

GP Cina 2016, Qualifiche: Mercedes agli antipodi con Rosberg in pole e Hamilton ultimo

E’ stato Nico Rosberg a strappare la miglior prestazione su giro secco durante le prime qualifiche dell’anno secondo il vecchio sistema. In occasione del GP Cina è stata quindi ripristinata l’eliminazione a fine sessione, con lo shootout che ora figura come acqua passata.

Nel Q3 è stata una lotta più accesa, con i piloti che sono rimasti fuori dai box, a battagliare in pista per ottenere la prestazione, e ad avere la meglio è stato il leader del mondiale che anche al GP Cina incrementa il proprio momentum favorevole davanti a un magico Ricciardo su Red Bull. Nico Rosberg si è qualificato con le Soft, e ciò significa che domani partirà con tale compound, a differenza dei colleghi che si sono qualificati con le SuperSoft. Kimi Raikkonen, a livello Rosberg nel primo settore, apre la seconda fila forse con un pizzico di delusione rispetto alle aspettative dei tifosi della Ferrari. Quarto, partirà dal lato sporco il suo compagno Sebastian Vettel, che ha effettuato un solo tentativo con le SuperSoft. A chiudere la top 5 Valtteri Bottas, davanti all’altra Red Bull di Daniil Kvyat che non era riuscito a emergere con il sistema a eliminazione, incolpando la bassa competitività della vettura piuttosto che la strategia.

Settima la Force India con Sergio Perez, con il compagno di squadra Nico Hulkenberg passato nel Q3 ma piantato a bordopista a fine Q2 a causa della perdita di uno pneumatico. L’inconveniente ha causato la bandiera rossa a 1 minuto e 20 dalla fine della sessione, che non è più stata ripresa. Ciò ha determinato la frustrazione del duo McLaren, in particolare di Fernando Alonso, che stava per lanciarsi nel suo secondo tentativo di migliorarsi. C’erano reali possibilità per la McLaren-Honda di inserire entrambe le monoposto nella top 10, pertanto risulta legittima la frustrazione manifestata da Alonso via radio. Lo spagnolo partirà 12° dietro Felipe Massa e davanti al compagno Button. In quattordicesima posizione la Haas di Grosjean che precede le due Sauber.

Il Q1 è iniziato per la maggior parte dei piloti con le intermedie in seguito alle precipitazioni che avevano caratterizzato anche la FP3. Solo i due della Manor sono usciti con la mescola SuperSoft. Pascal Wehrlein, vittima dell’aquaplaning, alla fine del rettilineo ha impattato contro le barriere e ciò ha causato uno stop di 20 minuti. Nel momento della ripresa, Lewis Hamilton già penalizzato di 5 posizioni sulla griglia per la sostituzione del cambio, ha accusato un calo di potenza all’ERS. L’inglese partirà quindi ultimo, con il compagno di squadra -ironia della sorte- dalla prima casella dello schieramento.

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio