Formula 1Gran Premio Canada

GP Canada, Verstappen: “Una gara folle”

Si torna a festeggiare in quel di Milton Keynes: altra vittoria per il numero uno, ma che sudata!

Ancora una volta Max Verstappen conquista Montreal: una gara combattuta quella del GP del Canada che non ha lasciato deluso l’olandese

Terza vittoria consecutiva al Circuito Gilles Villeneuve per il Campione del Mondo in carica, che torna sul gradino più alto dopo la parentesi di Monaco. Un trionfo tutt’altro che scontato. Partito alle spalle di George Russell, ha visto davanti a sé il britannico, nonché Lando Norris, davanti a sé a lungo nel corso della gara. Verstappen conquista il GP del Canada grazie a una guida pulita e quasi esente da errori, mostrando ancora una volta la propria superiorità. A condividere il podio con lui proprio i due piloti ad avergli dato filo da torcere: Norris, secondo, e Russell, terzo.

Divertimento in pista

“Una gara folle” commenta Verstappen. “Sono successe un sacco di cose, abbiamo dovuto essere sempre sul pezzo con le decisioni. Direi che come team siamo stati molto bravi oggi, abbiamo mantenuto la calma, siamo rientrati nei momenti giusti. Le Safety Car ci sono girate bene ma dopo siamo riusciti a gestire bene il distacco. Durante il Gran Premio, infatti, i numerosi incidenti dovuti alle condizioni meteo avverse, hanno costretto la direzione gara a mandare in pista la vettura di sicurezza ben due volte. Proprio in queste occasioni, Red Bull si è fatta trovare maggiormente pronta.

“Mi sono divertito, è stata una gara davvero divertente, c’è bisogno di queste gare ogni tanto. McLaren e Mercedes sono state avversarie toste anche in fasi diverse della gara, è stata davvero molto divertente oggi”. L’olandese ha nuovamente dovuto evitare i cordoli, come già accaduto altre volte in stagione. Tuttavia, non vi sono preoccupazioni:“Non ho avuto un particolare problema alle sospensioni, sappiamo di cosa si tratta, dobbiamo lavorarci. Comunque abbiamo vinto, è la cosa più importante. Abbiamo ancora tanto margine di miglioramento. Così termina Verstappen ai microfoni di Martin Brundle.

Carlotta Ramaciotti

Da 20 anni appassionata di sport. L'amore per i motori nasce dal papà e cresce insieme alla mamma e a questo si lega la passione per la scrittura. Obiettivo: fare della mia passione il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio