Formula 1Gran Premio Canada

GP Canada, FP2: è sempre Verstappen vs Leclerc!

Il resoconto della seconda sessione di prove libere del GP del Canada, nono appuntamento del Mondiale 2022

Nelle FP2 del GP del Canada si ripropone il confronto tra Verstappen e Leclerc, i protagonisti che stanno animando questa stagione. Sorprende Alpine!

Dopo due anni di assenza la Formula 1 torna in Canada per disputare il nono appuntamento del Mondiale. Per la giornata di oggi era prevista pioggia, ma alla fine il meteo ha graziato i team, che così hanno potuto lavorare in tranquillità. Tiene ancora banco nel paddock la direttiva sul porpoising, con la FIA che per il momento ha preferito limitarsi a raccogliere i dati senza adottare provvedimenti specifici.

Venendo alla pista, Max Verstappen si è confermato in cima alla lista dei tempi. L’olandese della Red Bull ha iniziato il fine settimana del Canada con il vento in poppa, rifilando più di un secondo a Perez (solo undicesimo) che negli ultimi tempi era riuscito ad insidiarlo. La Ferrari è competitiva e tallona il campione del mondo in carica con entrambi i piloti (Leclerc 2°, Sainz 3°). Sul monegasco c’è ancora il giallo dovuto all’utilizzo del turbo. Se a Maranello decidessero di montare la quarta unità scatterebbe automaticamente una penalizzazione di dieci posizioni in griglia.

SORPRESA ALONSO

Dietro i primi tre, spazio per piloti e scuderie che solitamente troviamo nel midfield. Quarto Sebastian Vettel con Aston Martin, quinto Fernando Alonso con Alpine, sesto Pierre Gasly con AlphaTauri. Non una bella notizia per Mercedes, che vede messa pesantemente in discussione il proprio ruolo di “terza forza”.

Le W13 hanno provato diversi aggiornamenti sul fondo per cercare di migliorare la situazione dopo i continui saltellamenti visti a Baku. Ma la situazione non è cambiata di molto, con i riscontri cronometrici che non sono confortanti. Russell è solo settimo, Hamilton addirittura tredicesimo, fuori dalla Top 10.

Sorprende, anche sul long run, il ritmo mostrato da Fernando Alonso. Il due volte campione del mondo ha fatto giri competitivi anche su gomma Hard. Si tratta di bluff, con la squadra che ha scelto di girare più scarica degli avversari? O forse ci dobbiamo aspettare un protagonista in più per la lotta nelle prime posizioni?

 

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button