DichiarazioniFormula 1

GP Brasile: Interlagos fuori dai giochi; subentra Rio

Un documento inviato da Chase Carey al Governatore della città conferma le trattative in corso per trasferire il GP carioca. Mancano però alcune licenze per chiudere l’accordo

Dopo i dibattuti problemi di burocrazia affrontati dallo storico tracciato di Interlagos per tornare a ospitare la Classe Regina in futuro, arriva la conferma di un GP a Rio de Janeiro, non certo digiuno di Formula 1

Una lettera inviata dal Presidente della Formula 1, Chase Carey, al Governatore di Rio ha confermato le intenzioni del Circus di trasferirsi da Interlagos alla città del Cristo Redentor. L’accordo sarebbe ormai più che avviato, quasi una realtà concreta; a mancare sono però alcuni importanti permessi legati all’impatto ambientale che la costruzione di una nuova pista comporterebbe. Sì, perché gli organizzatori e Liberty Media hanno in mente di partire da 0, ma non si tratta di una new entry a tutti gli effetti. La città carioca aveva già ospitato la Formula 1 tra il 1978 e il 1989 a Jacarepagua.
La nuova pista brasiliana, che sorgerebbe nella ragione di Deodoro, attende dunque conferme dalla Procura della Repubblica e dalla Commissione di Stato per il Controllo Ambientale (CECA).
Dunque, un GP del Brasile diverso: Interlagos è fuori dai giochi; subentra Rio. Cambiamenti in vista nelle prossime stagioni.

GP BRASILE: INTERLAGOS FUORI DAI GIOCHI A FAVORE DI RIO DE JANEIRO

Come sottolinea Soymotor.com, l’entrata in scena di Rio e la firma ufficiale del contratto dipendono quindi dalla decisione dei suddetti organi, a cui spetta l’ultima parola. “Ti scrivo per aggiornarti che abbiamo risolto gli accordi di gara con Rio Motorsports LLC per celebrare e promuovere gli eventi di Formula 1 a Rio de Janeiro. Siamo pronti a eseguire e annunciare questi accordi non appena gli organi competenti di Rio de Janeiro, INEA / CECA, avranno rilasciato le licenze necessarie“, aveva infatti scritto Carey in una lettera inviata il 14 di settembre al Governatore della città brasiliana.

 

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.