Formula 1Gran Premio Belgio

GP Belgio, FP1: Mercedes la più veloce; terzo Verstappen

Valtteri Bottas ha fatto segnare il primo tempo, seguito da Lewis Hamilton e Max Verstappen su Red Bull. Nelle retrovie la Ferrari: quattordicesima e quindicesima

Le Frecce d’Argento si riconfermano le vetture da battere. Segue Max Versatappen sulla Red Bull; Racing Point terza forza in pista

Una prima mezz’ora molto calma quella della prima sessione di prove libere in Belgio. E’ così iniziato uno dei weekend più attesi dell’anno, in una pista storica come quella di Spa. Le squadre hanno cominciato a girare dopo circa 25 minuti dall’inizio della sessione, testando flussi d’aria, tenuta delle gomme e simulazione del passo gara, sull’1’50”00, con un 1’48”8 di Sergio Perez su Racing Point, buona candidata al podio domenica.
Ma all’inizio di questo GP del Belgio, le FP1 sono di Mercedes, la più veloce con Bottas e Hamilton. Terzo l’olandese Verstappen.

Ci avviamo verso il giro di boa della stagione, dopo la conferma ufficiale di 4 nuovi appuntamenti mondiali nel calendario dopo il GP di Imola: grande ritorno della Turchia, GP del Bahrain, GP Sakhir, sempre in Bahrain ma su un layout completamente diverso, e Abu Dhabi il 13 dicembre, ultima gara della stagione 2020. Impensabile fino a poche settimane fa un calendario di 17 appuntamenti, data l’eccezionalità della situazione attuale.

GP BELGIO, FP1: MERCEDES LA PIU’ VELOCE; TERZO VERSTAPPEN

Problemi con le gomme bianche per Charles Leclerc, autore di due fuori pista dannosi per gli pneumatici dopo appena 4 giri di percorrenza. Qui le staccate mettono a dura prova freni e pneumatici, con le vetture che arrivano alla staccata con freni e gomme freddi. Certamente, le temperature e le condizioni meteo in Belgio sono ben diverse da quelle avute nelle ultime gare, con una temperatura dell’asfalto che si aggira attorno ai 22 gradi.
La sofferenza per il Cavallino Rampante non finisce certo qui. Vero è che la prima sessione di prove libere non è certo il fedele specchio delle reali forze in campo, ma il quattordicesimo e il quindicesimo piazzamento delle due Rosse non fa altro che confermare un periodo negativo per il team italiano, più lento in FP1 di un secondo rispetto all’anno scorso.
Qualche sbavatura anche per Lewis Hamilton, che comunque ha fatto segnare il secondo miglior tempo ad appena 69 millesimi da Valtteri Bottas, primo della sessione.
Abbastanza bene le due Red Bull con il terzo tempo di Max Verstappen e il sesto di Alex Albon.

In casa McLaren e Williams sono state usate delle speciali vernici per verificare i flussi d’aria sulle vetture. I due piloti di Woking si sono mostrati veloci sulle gomme soft, segnando tempi molto interessanti, sull’1’45”2, performanti soprattutto nel settore centrale.
Problemi tecnici per la Haas: Romain Grosjean ha lamentato problemi di potenza sulla sua monoposto. Stesso guaio  elettrico alla Power Unit anche per il compagno Keving Magnussen. Le due monoposto hanno infatti terminato in anticipo la sessione. Per Grosjean si prospetta la diretta sostituzione della Power Unit. Giunti quasi a metà del campionato, si prevedono numerosi cambi delle MGU-K in diverse scuderie.

IL RICORDO DI ANTHOINE HUBERT

Accanto all’entusiasmo per lo sport e le sfide in piste, deve esserci spazio per omaggiare la memoria del giovane pilota francese, che l’anno scorso, proprio in occasione del GP del Belgio, ha perso tragicamente la vita in seguito a un terribile incidente al Raidillon. Nella giornata di ieri, abbiamo infatti assistito a commoventi dimostrazioni di affetto per il giovane Anthoine, ricordato con un mazzo di fiori da Pierre Gasly, che si è inginocchiato proprio nel luogo del fatale impatto in onore del suo amico.
Sarà un weekend malinconico.

INCOGNITA METEO; DOMENICA RISCHIO PIOGGIA

Come se già non fosse abbastanza impegnativa e adrenalinica per piloti e pubblico, la pista cela anche una grande incognita meteo. Fino a pochi giorni fa, si aspettava infatti un weekend all’insegna della pioggia e del maltempo, ma, le previsioni sono ora parzialmente cambiate: nella giornata di domani, cielo parzialmente nuvoloso e domenica previsti rovesci nel pomeriggio di gara. La temperatura dell’aria si aggirerà comunque sempre attorno ai 17/18 gradi di massima e 10 di minima.

Qui,  i primi 10 tempi della sessione che si è appena conclusa:

Bottas
Hamilton
Verstappen
Perez
Stroll
Albon
Ocon
Sainz
Ricciardo
Norris

 

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, ho una Laurea Triennale in Lingue Straniere e una Laurea Magistrale in Linguistica, entrambe conseguite nella Capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, spazio, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio