Formula 1Gran Premio Belgio

GP Belgio, anteprima: orari tv, il circuito, le previsioni meteo

Tutto è pronto per la 7° prova della stagione 2020 a Spa-Francorchamps. Nell’attesa ecco gli orari tv, la scelta Pirelli e il meteo

GP Belgio, round 7. La stagione 2020 prosegue con il GP Belgio e il suo impegnativo e classico circuito di Spa-Francorchamps. Qui il nostro anteprima

GP Belgio, anteprima. Dopo essersi lasciata alle spalle il secondo trittico di gare della stagione 2020, la Formula 1 si è concessa una settimana di relax e ora è pronta a riprendere il suo percorso, con il GP Belgio in programma sul circuito di Spa-Francorchamps dal 28 al 30 agosto.

In questo insolito 2020, l’appuntamento del GP Belgio apre una tripletta di gare su piste leggendarie, come Spa-Francorchamps, Monza e Mugello dove la Ferrari festeggerà il 1000° gran premio della sua storia in Formula 1. Si arriva sulla leggendaria pista che sorge lungo le Ardenne, considerato uno dei tracciati più belli del mondo, e tra i più storici dato che ha ospitato ben 52 delle 64 edizioni del GP Belgio (in alcune occasioni si è corso a Zolder, e a Nivelles-Baulers a pochi chilometri da Bruxelles).

GP Belgio anteprima 2020
Credits: Pirelli press area

Tutto è pronto per assistere a un nuovo weekend agonistico, con la Mercedes favorita e sempre più Regina assoluta del campionato, grazie alla leadership in classifica e alla capacità da dominatrice che dimostra a ogni gara. Lewis Hamilton, è ormai sempre più vicino alla conquista del suo 7° titolo iridato, andando a eguagliare il record di Michael Schumacher. Valtteri Bottas dovrà tentare di ottenere un risultato migliore, per non perdere troppo terreno nei confronti del compagno di squadra e riprendersi la seconda posizione in classifica, ora occupata da Max Verstappen.

Alle spalle troviamo una Red Bull sempre più scalpitante, insieme al suo giovane alfiere Max Verstappen con l’obiettivo di potersi inserire nella lotta per le vittorie. D’altro canto, c’è Alexander Albon che deve cercare in tutti i modi di tenersi stretto il proprio sedile, ormai messo in discussione dopo questo inizio di stagione al di sotto delle aspettative.

La Ferrari a Spa-Francorchamps ha collezionato 18 vittorie, l’ultima delle quali nel 2019 con Charles Leclerc (prima vittoria per lui in Formula 1) in un weekend funestato da un terribile incidente, accaduto nella gara di Formula 2, che costò la vita ad Anthoine Hubert. Il team di Maranello, quest’anno si appresta ad affrontare il weekend belga, con una situazione differente rispetto allo scorso anno, complice una SF1000 che non si sta dimostrando all’altezza, tra problemi di affidabilità e difficoltà a tirare fuori tutto il suo potenziale. Sicuramente ci si aspetta un grande lavoro, per poter preparare al meglio il weekend, e dare la possibilità a Sebastian Vettel e a Charles Leclerc di tirare fuori il massimo dalla propria vettura, e portare a casa un risultato migliore possibile.

Il GP Belgio nel corso degli anni, ci ha spesso regalato numerose sorprese e colpi di scena, grazie alle sue caratteristiche uniche, dove il pilota può fare la differenza. Inoltre, c’è da tener presente le previsioni meteo che qui sono spesso imprevedibili, e possono condizionare ulteriormente il risultato in gara. Per questo motivo, non ci resta che assistere all’intero weekend, con le prime prove libere e poi la gara che scatterà domenica 30 agosto.

CIRCUIT DE SPA-FRANCORCHAMPS

GP Belgio anteprima 2020
Credits: Pirelli press area

Il circuito di Spa-Francorchamps, sorge nella località di Francorchamps a ridosso delle Ardenne in Belgio. Il tracciato fu costruito nei primi anni ’20, unendo le strade che collegavano i paesi di Stavelot, Francorchamps e Malmedy. Originariamente la pista era lunga 14,9 chilometri, diventando una delle più spettacolari del mondo per le emozioni e l’adrenalina che trasmetteva.

Nel 1924, ospitò la prima corsa automobilistica per poi subire varie modifiche nel corso degli anni, per rallentare le vetture. Ospitò la Formula 1 fino al 1970, con il giro record segnato da Chris Amon con una velocità media di circa 245 km/h. Nel 1979, ci furono ulteriori lavori, che crearono il tracciato attuale, lungo circa 7 chilometri.

La Formula 1 tornò a Spa nel 1983, ritrovando lo stesso fascino e una pista modificata. Spa è considerato il più lungo circuito del campionato e anche tra i più tecnici con la pioggia spesso qui protagonista, talvolta intensa in un tratto ed asciutta in un’altra parte. Una pista old-school caratterizzata da continui dislivelli e altre variabili, che la rendono molto amata dai piloti e dagli appassionati del motorsport, oltreché per il suo fascino e l’adrenalina che si percepisce. È molto molto impegnativa per i motori e i circa 55 cambi di marcia sul giro che i piloti dovranno fare, con una media oraria di circa 227 km/h.

GP Belgio anteprima 2020
Credits: Pirelli press area

È una pista molto impegnativa anche per i freni. La prima difficile frenata è al tornante La Source, dove le monoposto arrivano decelerando di oltre 200 km/h, passando da circa 285 a 80 km/h. La curva, può contare di un’ampia via di fuga che permette di impostare diverse traiettorie, per poi immettersi in uno dei tratti più iconici del tracciato, cioè l’Eau Rouge-Raidillon, una curva a esse in salita che conduce sul lungo rettilineo del Kemmel, dove in passato ci sono stati molti spettacolari sorpassi. Dopodiché si entra nella esse Les Combes, con una delle frenate più toste del tracciate. Da qui si va in discesa verso il tornante Bruxelles e poi a Pouhon, una curva veloce a sinistra che sottopone i piloti a sollecitazioni molto elevate. Altra importante frenata, alla Stavelot, per poi dirigersi alla Blanchimont e alla chicane Bus Stop che immette sul traguardo.

È composta da 19 curve, di cui 9 a destra e 10 a sinistra e lo si percorre in senso orario.

PIRELLI: C2, C3 e C4

Il circuito di Spa-Francorchamps è nota per i dislivelli e il carico estremo al quale i pneumatici sono sottoposti, soprattutto all’Eau Rouge e Raidillon, dove oltrettutto i piloti sono a loro volta sottoposti a variazioni di forza G in pochissimo tempo. Anche l’asfalto tende a essere piuttosto aggressivo sulle gomme.

Per le caratteristiche della pista Belga, Pirelli ha nominato le tre mescole più morbide della gamma 2020: C2, C3 e C4, ovvero white hard, yellow medium e red soft. Ogni pilota avrà a disposizione due set di hard, tre set di medium e otto set di soft.

Inoltre, c’è da tener presente che in questo periodo dell’anno, il meteo è piuttosto variabile. Nella regione delle Ardenne è difficile poter avere le temperature roventi di due settimane fa in Spagna, mentre la pioggia è più probabile. Vista la lunghezza della pista, capita di trovare pioggia in alcuni settori mentre in altri no, e tratti in cui l’acqua drena meno rispetto ad altri, con un rischio elevato di aquaplaning. Una situazione che spinto Pirelli a scegliere queste tre tipi di mescole.

Qui di seguito in anteprima, la scelta delle gomme Pirelli per il weekend a Spa-Francorchamps:

CHE TEMPO FARA’?

Secondo l’ultimo bollettino meteo emesso, il weekend sarà piuttosto variabile e condizionato dalla pioggia, prevista per domenica. Venerdì le prove libere dovrebbero essere con pista asciutta. Qualche dubbio per la qualifica in programma sabato.

Qui di seguito in anteprima, le previsioni meteo per il weekend del GP Belgio:

Venerdì 28 agosto: la pioggia è prevista al 60%, di entità molto lieve in occasione delle prove libere 1, con venti moderati e temperatura attesa di circa 16°C. Nel pomeriggio invece, il clima sarà più caldo con una massima di 20°C, pioggia debole (5% di probabilità) e venti moderati.

Sabato 29 agosto: la terza sessione di prove libere si disputerà sull’asciutto, con temperatura di circa 12°C, e raffiche di vento attorno i 26 km/h. In occasione delle qualifiche, il cielo sarà coperto da nuvole, con la possibilità di pioggia attesa al 50%. Temperature attese sui 19°C, e raffiche di vento attorno i 37 km/h.

Domenica 30 agosto: Già nelle prime ore dell’alba, la pioggia dovrebbe cominciare a cadere per poi cessare verso sera. Quindi c’è una buona probabilità che la gara, possa svolgersi con pista bagnata. Temperature attese attorno i 15°C, e raffiche di vento attorno i 31 km/h.

ORARI TV

È tutto pronto per il weekend del GP Belgio con la gara che scatterà domenica 30 agosto alle 15:10. L’intero appuntamento sarà visibile in diretta ed esclusiva su Sky Sport, con le prove libere, qualifiche e gara. TV8 mostrerà in differita soltanto qualifiche e gara, a partire dalle 18:00. Torna il live streaming di F1world che vi racconterà giro per giro la gara.

Qui in anteprima gli orari tv del Gp Belgio 2020:

Venerdì 28 agosto 2020 

ore 11:00 – 12:30: Prove Libere 1 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

ore 15:00 – 16:30: Prove Libere 2 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

Sabato 29 agosto 2020

ore 12:00 – 13:00: Prove Libere 3 (diretta su Sky Sport F1 HD; no differita TV8)

ore 15:00 – 16:00: Qualifiche (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 18:00)

Domenica 30 agosto 2020

dalle 15:10: Gara (diretta su Sky Sport F1 HD; differita TV8 dalle 18:00)

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio