DichiarazioniFormula 1Gran Premio Italia

GP Italia 2019, Hamilton: “Senza il testacoda di Raikkonen…”

Una seconda posizione in griglia quasi insperata per il pilota inglese, su una pista nemica per il team Mercedes

Hamilton ha conquistato una prima fila quasi insperata alla vigilia dell’appuntamento brianzolo. Il team Mercedes, dopo aver sofferto sui rettilinei del circuito di Spa-Francorchamps, credeva di dover correre in difesa, specie in qualifica dove poco sembrava poter esserci da fare contro le due Ferrari.

La scia, ma anche una vettura molto a suo agio sul tracciato di Monza, hanno permesso a Lewis Hamilton di ottenere la seconda posizione nella sessione di qualifica disputatasi nel pomeriggio. Viste le ultime gare, dove il team di Stoccarda ha sempre meglio performato in gara rispetto al sabato, domani ci sono ottime chance per giocarsi la vittoria contro il monegasco del team di Maranello.

Per l’inglese fallisce il tentativo di conquistare l’ottava pole position nel Gran Premio d’Italia, mantenendo comunque il primato. Domani l’obiettivo sarà superare le vittorie, sul circuito brianzolo, di Michael Schumacher visto che entrambi sono al momento fermi a cinque successi.

“Non abbiamo ottenuto la pole” – ha esordito l’inglese – “ma alla fine sapevamo la Ferrari sarebbe sempre stata forte qui e Charles ha fatto un ottimo lavoro oggi. Sono stato sfortunato con Kimi che si è girato proprio davanti a me, quindi ho dovuto sollevare il piede all’ultima curva del mio primo giro”.

“La fine del terzo settore è stata un po’ confuso; non siamo riusciti tutti ad uscire e fare l’ultimo giro, che di solito è una delle parti più emozionanti di un weekend di gara”.

“Siamo stati più tempo in macchina, quindi è deludente il fatto che non siamo riusciti a completare l’ultimo giro e vedere chi avrebbe avuto quel piccolo vantaggio oggi. È fantastico poter scattare dalla prima fila e dividere le Ferrari. Insieme abbiamo una buona possibilità come squadra per battere quella Ferrari, ma vediamo domani”.

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio