DichiarazioniFormula 1Gran Premio Arabia Saudita

GP Arabia Saudita, Ferrari in ottima forma ma non troppo in salute

Magagne per Sainz, alle prese con un’influenza, mentre il team sogna un sabato da favola

Si accumula fiducia in quel di Maranello dopo una prestazione di ottimo valore nelle libere del GP d’Arabia Saudita per il team Ferrari

Una buona Ferrari quella vista nelle prove libere del giovedì del GP d’Arabia Saudita. Tanti giri per entrambi i piloti, nonostante un indisposto Sainz, che si sono piazzati molto vicino agli avversari. Il miglior tempo di giornata per la scuderia di Maranello lo fa segnare Leclerc nelle FP2. Un crono che gli vale la quarta posizione in classifica. Quinto tempo nella sessione mattutina, sesto e settimo invece per il numero 55. Particolarmente interessanti i long-run e i dati raccolti su tutte le mescole messe a disposizione da Pirelli per la gara di sabato.

Buoni risultati ma sforzi enormi

“Il circuito ha offerto quasi subito un buon livello di grip e anche per domani possiamo aspettarci un’elevata evoluzione della pista” afferma un contento Charles Leclerc. “Siamo in tanti su tempi molto vicini: sarà interessante vedere chi riuscirà a estrarre il massimo dalla sua monoposto e a trovare il colpo per mettersi davanti a tutti”. Come dichiarato dal pilota di Monte Carlo, infatti, una decina di piloti nelle due sessioni si sono classificati a meno di un secondo dal leader.
 
Per Carlos Sainz, invece, si è trattato di un giovedì a dir poco pesante: “È stata una giornata davvero difficile: non ho ancora del tutto recuperato da un’indisposizione che mi ha costretto a letto per 24 ore e mi sento ancora piuttosto debole. Sono comunque riuscito a guidare e a sfruttare fino in fondo il tempo pista. Questo circuito ha tanto grip e le curve molto veloci sono un test davvero esigente per macchine e piloti”.
 
“Non sono riuscito a spingere al massimo oggi, ma abbiamo completato positivamente il programma e spero di stare meglio domani, così da potermi concentrare al massimo su qualifiche e gara” conclude speranzoso il madrileno, forte del podio ottenuto la scorsa settimana durante il GP del Bahrain. Occhio alle qualifiche che potranno essere entusiasmanti vista la concorrenza.
 

Carlotta Ramaciotti

Da 20 anni appassionata di sport. L'amore per i motori nasce dal papà e cresce insieme alla mamma e a questo si lega la passione per la scrittura. Obiettivo: fare della mia passione il mio lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio