DichiarazioniFormula EMercato Piloti F1

Giovinazzi: “La frenata la peggior difficoltà in Formula E”

Al termine dei primi giorni di test il pugliese ha spiegato le sue principali difficoltà al volante della nuova vettura

Il passaggio dalla Formula 1 alla Formula E, non è facile e Antonio lo ha spiegato in una conferenza a margine dei primi giorni di test a Valencia

 

Dopo essere stato scaricato dall’Alfa Romeo, Antonio Giovinazzi ha trovato posto in Formula E con il team Dragon. La stagione inizierà a fine gennaio poco più di un mese dopo la fine del campionato di Formula 1. Il pugliese quindi non avrà molto tempo per riadattare il suo stile di guida alle monposto elettriche. Nei primi test a Valencia Antonio non ha negato le sue difficoltà incontrate al volante della nuova vettura.

“Sapevo che sarebbe stato così. Oggi mi sento più a mio agio con l’auto rispetto a ieri, quindi sono sicuro che andrà meglio man mano che metterò su chilometri”, ha commentato Giovinazzi in una conferenza stampa indetta a fine giornata. La Formula E è completamente diversa. Ho corso sui go-kart, in GP2 e in Formula 1 e questa macchina la sento completamente diversa, soprattutto in frenata. Non ha né carico aerodinamico, né rumore, quindi è tutto diverso. Speravo fosse difficile, ma in realtà è più difficile di quanto pensassi”.

“L’auto è completamente diversa da quella di Formula 1. Ieri ero davvero confuso. Il problema principale per me è la frenata, perché in Formula 1 si attacca molto con i freni perché si ha un sacco di carico aerodinamico che qui manca, quindi in questo senso soffro. Ricordo anche che con la mia prima Formula 1 fu lo stesso. Mi concentrerò sul simulatore per adattarmi di più all’auto e sono sicuro che durante la stagione potrò migliorare”, ha spiegato Antonio.

TANTO LAVORO PER FARSI TROVARE PRONTO

“E ‘stato un pomeriggio difficile, ma sono sicuro che alla prima gara cercherò di fare del mio meglio, lavorerò molto sul simulatore a gennaio, ma sono sicuro che sarà una prima parte della stagione difficile. Cercherò di essere in forma il più presto possibile”, ha assicurato il pugliese.

Per il momento l’agenda di Giovinazzi è densa di impegni. Nelle prossime due settimane correrà in Medioriente le ultime due gare nel Circus, poi verrà il Natale ed infine a gennaio prima del via della stagione, in programma il 28 a Riyad, Antonio sarà impegnato in fabbrica per lavorare al simulatore. “Ci deve essere tempo. Ora ho due settimane di Formula 1, poi viene il Natale, ma dopo Natale andrò in fabbrica per lavorare al simulatore e al progetto. Non c’è molto tempo”, ha chiarito il neo acquisto della Dragon.

“Dragon ha avuto una stagione difficile, ma ciò che è positivo è che in Formula E in ogni gara c’è un vincitore diverso. Non si sa mai cosa può accadere. Il periodo in cui ho perso il posto nel circus, non era l’ideale ma questo è un campionato competitivo. La Formula E è diversa dalla Formula 1. In Formula 1 sai già che a vincere il Gran Premio sarà una tra Mercedes e Red Bull. Speriamo di vivere una grande stagione insieme”, ha chiosato Giovinazzi.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.