2018Gran Premio Brasile

Formula 1 | Wolff: “Verstappen campione del mondo quando eviterà situazioni come Interlagos”

Toto Wolff corre in difesa di Esteban Ocon: secondo il tedesco Verstappen non sarebbe pronto a vincere il titolo mondiale causa la sua scarsa maturità

Topics

Sul fattaccio in pista Verstappen-Ocon, successo lo scorso weekend in Brasile, tutti d’accordo nell’incolpare esclusivamente Ocon? A quanto pare no, visto che il team principal della Mercedes, Toto Wolff, ha avuto da ridire sull’atteggiamento dell’olandese nella fase chiave del Gran Premio.

Secondo Wolff Verstappen avrebbe potuto evitare il contatto con un atteggiamento meno aggressivo e più maturo, aspetto che, sempre secondo il tedesco, lo porterebbe ad essere pronto per diventare campione del mondo.

Wolff si è detto convinto che Verstappen, rivisto l’episodio tra qualche anno, valuterà il fatto diversamente: ” È evidente che c’è un futuro Campione che presto si unirà agli altri” – ha esordito.

“Ha un incredibile talento e velocità, penso che, una volta che gli angoli del suo carattere saranno smussati, potrà diventare campione del mondo.”

“Tra qualche anno riguarderà il filmato (di Interlagos n.d.r.) e forse cambierà la sua opinione in merito al suo comportamento. Ma non puoi accelerare queste cose, questo è un processo di apprendimento.”

“(Ocon n.d.r.) Era su una nuova gomma molto più veloce ed in quel momento ha provato a sdoppiarsi, il che è abbastanza giusto – ha proseguito.”

“Poi si sono scontrati e poiché Max era al comando è stato un incidente che sono sicuro che Esteban avrebbe voluto evitare, piuttosto che essere attaccato dalla stampa”.

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button